Articles By: rossella.menna rossella.menna
Rossella Menna è nata ad Avellino nel 1988. Dopo la laurea nel 2011 in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Napoli “L’Orientale” con una tesi in storia del teatro moderno, prosegue gli studi in discipline dello spettacolo all'Università di Bologna. All’ attività di studiosa affianca e innesta quella di critico e di organizzatrice. E’ redattrice di Rumor(s)cena dal gennaio del 2012 e collaboratrice occasionale di altre testate web. Dal 2012 lavora per Carte Blanche, associazione che cura l' attività della Compagnia della Fortezza e del festival VolterraTeatro. Ha preso parte alle ultime due edizioni della Biennale Teatro di Venezia, collaborando alla realizzazione del giornale online nel 2012 e del foglio quotidiano “La Tempesta” nel 2013.

Bombe su di noi – “Gli ultimi giorni dell’umanità” di Archivio Zeta
/ 08/08/2014 10:42

Bombe su di noi – “Gli ultimi giorni dell’umanità” di Archivio Zeta

Considerato il silenzio, il respiro della montagna,  la luce del tramonto, e le 36.000 tombe di soldati tedeschi ordinate su un’immensa distesa d’erba, basterebbe veramente poco – una sonorizzazione imponente, un coro di figuranti nutrito, qualche virtuosismo facile con la eco – a trasformare il cimitero militare germanico della Futa in un palcoscenico teatrale inutilmente eccezionale come altri, schiacciato dalla […]

Della Filosofia, ovvero del Teatro. E viceversa
/ 11/05/2014 10:44

Della Filosofia, ovvero del Teatro. E viceversa

CAGLIARI – Il rapporto tra filosofia e teatro non è occasionale né consequenziale. E’ una relazione inscindibile, intima, densa.  Il teatro è la filosofia  spinta alle estreme conseguenze, è la ricerca dell’uomo sull’uomo che si spinge oltre la ragione forzandone i limiti irrompendo in corpo,  voce, immagine. E’ l’intuizione figlia del pensiero estetico che non trova forma per esser detta […]

“Pantani”: ascesa e caduta di un mito
/ 07/03/2014 16:30

“Pantani”: ascesa e caduta di un mito

“Pantani” del Teatro delle Albe è, tra le altre cose, uno spettacolo contro la Comunicazione. Contro quella modalità d’interazione con la realtà che normalizza, mescola, confonde, appiana, svuota i contenuti e restituisce simulacri, pialla gli opposti riconsegnando degli uguali, aborre le prese di posizione. In breve:  che semplifica; e annulla o distrugge. Al tritacarne forsennato di televisione e giornali che […]

“Le sorelle Macaluso” di Emma Dante: la vita, la morte e la via di mezzo
/ 15/02/2014 20:27

“Le sorelle Macaluso” di Emma Dante: la vita, la morte e la via di mezzo

C’era una volta un Sud in cui i morti non morivano mai. Non venivano espulsi dalla vita quotidiana, non si ritiravano pacificamente nel ricordo. Restavano sempre sulla soglia tra al di là e al di qua, a vegliare sui vivi o ad ammonirli. Messi lì, in fila, incorniciati sui comodini delle camere da letto dei nostri nonni, ordinati secondo criteri […]

Impegno civile, rivoluzione e immaginazione: riflessioni sul Premio Scenario 2013
/ 13/12/2013 00:06

Impegno civile, rivoluzione e immaginazione: riflessioni sul Premio Scenario 2013

Nel blindatissimo panorama dei circuiti teatrali italiani, che girano in tondo su se stessi, un po’ incastrati, spesso loro malgrado, nella politica degli scambi a ogni livello, dagli Stabili agli spazi indipendenti ai Festival, il Premio Scenario rappresenta, per tanti artisti under 35, uno dei pochi grimaldelli rimasti, forse quello meglio oliato, per forzare le porte delle programmazioni teatrali e […]

“B.Madonna”: sulla scena newyorchese la danza Butoh di Maureen Fleming
/ 29/10/2013 23:28

“B.Madonna”: sulla scena newyorchese la danza Butoh di Maureen Fleming

      Il mito greco narra che Persefone, figlia di Zeus e Demetra, rapita dallo zio Ade, mangiò sei semi di un melograno degli inferi, ignara del fatto che tale gesto l’avrebbe costretta a una vita nell’oltretomba come sposa dello zio. Per porre rimedio alla disperazione di Demetra, dea della fertilità, Zeus trovò un accordo con Ade: la fanciulla […]

Da Roma a New York: le allucinazioni “patologiche” di Amleto in scena al La MaMa
/ 20/10/2013 18:13

Da Roma a New York: le allucinazioni “patologiche” di Amleto in scena al La MaMa

“Light seeking light doth light of light beguile”, ovvero “luce che cerca luce toglie luce alla luce” (e rimane al buio), ovvero chi pretende di sapere tutto alla fine non sa niente. E ancora, “These earthly godfathers of heaven’s lights, that give a name to every fixed star, have no more profit of their shining nights, than those that walk […]

Per una critica politica
/ 10/08/2013 10:08

Per una critica politica

«Cosa vuoi fare da grande?» : «L’astronauta». Poi quel bambino è diventato biologo marino. I mestieri non si progettano su carta: si incrociano, si amano, si sposano; un mestiere nasce da una semina a occhi semichiusi, dall’arte dell’incontro senza pregiudizi, dalla reazione dialettica tra idee, sensibilità, tensioni etiche, umori e umorismi. Il mestiere di critico non fa eccezione. Eppure non […]

“El viento en un violìn” di Claudio Tolcachir: sceneggiata argentina
/ 09/08/2013 07:57

“El viento en un violìn” di Claudio Tolcachir: sceneggiata argentina

  “El viento en un violín” dell’argentino Claudio Tolcachir voleva essere una tragicommedia, puntava al sapore amaro un po’ da dopoguerra popolato di individui sconfitti, delusi, disadattati nessuno escluso, incastrati nell’ingranaggio di vite appese, male situati nello spazio e nel tempo  che loro malgrado li ha prodotti. Nei fatti, è uno schnitzleriano girotondo di fallimenti individuali che si intrecciano nella […]

/ 06/08/2013 16:56

No country for actors

Attori di immedesimazione che recitano un personaggio, attori imitatori che re-citano il personaggio, performer che si autocitano, caratteristi, macchiettisti, narratori che raccontano una storia, narr-attori che si raccontano nelle storie che raccontano, attori-non attori, non attori e basta. In più di trecento si sono dati appuntamento alla Biennale College di Venezia, una opportunità per la più raffinata popolazione sotterranea d’interpreti […]