Articles By: paolo.randazzo paolo.randazzo
PAOLO RANDAZZO. Vive ad Avola, in provincia di Siracusa. Insegna greco e latino nel Liceo Classico di Noto. È iscritto all’Albo dei giornalisti pubblicisti di Sicilia dal ’97 ed è giornalista culturale e critico teatrale e di danza. Ha collaborato con il quotidiano “La Sicilia”, col settimanale “Avvenimenti” e col mensile “Primafila”. Oggi si occupa di teatro, danza e saggistica oltre che per Rumor(S)cena, per il settimanale “Centonove”, per il quotidiano Europa, per “Dramma.it” e per altre testate giornalistiche. Ha tenuto seminari sul tema “La critica teatrale e la drammaturgia antica” per l’Istituto Nazionale del Dramma Antico e su “Teoria e prassi della critica teatrale” per l’Università di Catania. Nel 2007, ha curato il volume “Corpi incompiuti, un viaggio nella danza di Roberto Zappalà”. Fa parte inoltre del direttivo nazionale dell’“Associazione nazionale dei critici di teatro”. Coltiva qualche altra (malsana) passione? Sì: la politica, i romanzi di Israel e Isaac Singer, il jazz, studiare la Bibbia, Mafalda.

Elena allo specchio: Nel teatro greco di Siracusa, in scena Elena e Troiane di Euripide.
/ 26/05/2019 10:25

Elena allo specchio: Nel teatro greco di Siracusa, in scena Elena e Troiane di Euripide.

RUMOR(S)CENA – ELENA – LE TROIANE – TEATRO GRECO SIRACUSA – Dar conto criticamente degli spettacoli che vanno in scena ogni primavera, nel contesto delle rappresentazioni classiche siracusane, vuol dire confrontarsi con problematiche culturali che vanno ben oltre il semplice dato estetico. Occorre capire come sia possibile usare un testo del V secolo a. C. per realizzare un’operazione teatrale che […]

La Rondine è molto più che una canzone.
/ 18/05/2019 09:55

La Rondine è molto più che una canzone.

RUMOR(S)CENA – LA RONDINE – TEATRO STABILE DI CATANIA – Dopo essere andato in scena al Teatro Stabile di Catania che lo ha prodotto, lo spettacolo “La rondine (La canzone di Marta)” sarà in tournée nella prossima stagione in altri teatri italiani. Il testo è del drammaturgo catalano Guillem Clua (traduzione di Martina Vannucci) e la regia è di Francesco […]

Zittire la coscienza, creare “Un nemico del Popolo”
/ 10/05/2019 11:44

Zittire la coscienza, creare “Un nemico del Popolo”

RUMOR(S)CENA – UN NEMICO DEL POPOLO – TEATRO ARGENTINA – ROMA – Che bello il teatro quando si presenta con la forza semplice di una mimesi politica della realtà. Un teatro capace di costruire un’azione senza farsi irretire più di tanto da moralismi, psicologismi e sfumature che si dileguano al primo sbadiglio, in grado di cogliere il pensiero e farlo […]

Quale “Patria” per una nuova danza?
/ 06/05/2019 10:50

Quale “Patria” per una nuova danza?

RUMOR(S)CENA – PATRIA – VIAGRANDE (Catania) –  Interrogarsi sull’identità, individuale e collettiva, trasformare questa interrogazione in rovello intellettuale e poi in danza; in immagine, gesto, costruzione provvisoria di uno sguardo altro e critico sul nostro essere. “Patria”: la bella coreografia di Roberto Zappalà ha portato in scena i “Viagrande studios” nel paese di Viagrande sul versante sud dell’Etna. Si tratta  […]

Bianca: se una donna può rinascere senza parole
/ 06/05/2019 10:20

Bianca: se una donna può rinascere senza parole

RUMOR(S)CENA – BIANCA – CIVILLERI LO SICCO – CATANIA – “Bianca” è uno spettacolo interessante, la sua sostanza è densa, discreta, contratta. L’ultima creazione della compagnia “Civilleri – Lo Sicco” è andata in scena a Catania nel contesto della rassegna “Altre scene”, organizzata dal Centro Zo in collaborazione con la rete di drammaturgia contemporanea “Latitudini”. Un allestimento senza parole, ideato […]

“La veglia”: un “Piero Angelo” ci salverà. Forse.
/ 03/04/2019 11:08

“La veglia”: un “Piero Angelo” ci salverà. Forse.

RUMOR(S)CENA – LA VEGLIA – CATANIA – “La veglia” su testo e regia di Rosario Palazzolo, con l’interpretazione di Filippo Luna, è uno spettacolo importante e potente i cui due maggiori ingredienti, ovvero la costruzione drammaturgica di Palazzolo (linguaggio, intreccio, regia) e la resa attorale di Filippo Luna, sono entrambi notevoli. Proposto allo spazio Zo, nel contesto della rassegna “Altre […]

La comica distopia del“New magic people show”
/ 22/02/2019 08:31

La comica distopia del“New magic people show”

RUMOR(S)CENA – NEW MAGIC PEOPLE SHOW – NOTO. Non bisognerebbe dimenticare mai che il teatro, o almeno quello di noi europei, è prima di tutto e semplicemente l’arte degli attori in cui la scrittura autorale è messa a servizio della professionalità e della forza interpretativa di chi recita. Senza attori non c’è e non può esserci teatro. “New Magic people […]

Se la devozione per Sant’Agata è una danza che sa emozionare
/ 21/02/2019 09:06

Se la devozione per Sant’Agata è una danza che sa emozionare

RUMOR(S)CENA – ROBERTO ZAPPALA’ – CATANIA – “A. Semu tutti devoti tutti?” rappresenta un episodio importante della vicenda artistica di Roberto Zappalà già dieci anni fa quando fu presentato per la prima volta, e ora nuovamente nel riallestimento presentato al pubblico del Teatro Verga, nell’ambito della stagione dello Stabile di Catania. Lo si evince, al di là del pur straordinario […]

Vivere, bruciare, amare. Il successo dello spettacolo di Roberto Castello e Aldes a Catania
/ 05/02/2019 09:30

Vivere, bruciare, amare. Il successo dello spettacolo di Roberto Castello e Aldes a Catania

RUMOR(S)CENA – ALDES – CATANIA – Ci sono spettacoli perfettamente formalizzati ma non chiusi: non raccontano una storia definita, non l’attraversano, non la riflettono, piuttosto attirano lo spettatore in un campo più o meno ampio di sensi, di simboli, di significazioni e lì lo lasciano a smarrirsi, a interrogarsi, a ritrovarsi. Un campo, si badi bene, ben pensato e perfettamente […]

La classe: se teatro e sociologia provano a dialogare
/ 31/01/2019 09:06

La classe: se teatro e sociologia provano a dialogare

RUMOR(S)CENA – LA CLASSE – NOTO (Siracusa) – Nello spettacolo “La Classe”, testo di Vincenzo Manna e regia di Giuseppe Marini, c’è la sensazione di una occasione perduta: l’impressione di uno lavoro nato sotto buoni auspici e altrettante ottime intenzioni, con apporti di ricerca sociologica e psico-sociale ma poi venuto su senza grandi slanci e diventato complessivamente poco convincente. Sono […]