cinema — 28/05/2014 18:41

Un docu-film: Mercuzio non vuole morire rivive al cinema. Aspettando Volterra 2014

Share

VOLTERRA –  La creatività e la forza artistica del pensiero che si trasforma in azione concreta, ancora una volta, permette di vivere un’esperienza dove il semplice spettatore e cittadino si tramuta in protagonista assoluto. L’edizione VolterraTeatro 2014, il festival di teatro che si svolge nella Fortezza sede del carcere –  quest’anno dedicato al tema de “La Ferita” –  offre un’anticipazione  che coinvolgerà la città toscana, palcoscenico naturale con progetto teatrale collettivo, “attraverso il quale trasformare la ferita in una forza straordinaria, per attirare l’attenzione del mondo su un territorio che, ferito, rinasce ancora più splendente di prima”. La memoria va  all’evento teatrale accaduto soli due anni fa con Mercuzio non vuole morire. Era il 2012 e VolterraTeatro fu  dedicata al progetto “Mercuzio non vuole morire”, la città di Volterra e i comuni di Pomarance, Montecatini V.C. e Castelnuovo V.C. erano stati scelti come coprotagonisti del festival, mettendosi in scena, attraverso un grande coinvolgimento in azioni corali, per accompagnare Mercuzio, simbolo della cultura, della poesia e del coraggio di sognare, nel suo riscatto nei confronti del destino di morte che gli aveva riservato Shakespeare.

locandina fortezza 2

Teatro di strada, pubblico, aperto a tutti. Un’esperienza che doveva essere testimoniata. L’intero progetto è stato seguito in ogni sua tappa, dalle foto di massa alle azioni collettive nelle piazze e nei centri storici, allo spettacolo in carcere della Compagnia della Fortezza. Il risultato è un docu-film, la cui realizzazione è  curata dalla video maker Lavinia Baroni. Il progetto richiede però  la collaborazione di tutti i cittadini che ne hanno determinato la forza creativa. Il 29 Maggio, dalle ore 15.00, la sala del Cinema Centrale di Volterra ospiterà per tutto il giorno l’evento dedicato a Mercuzio, durante la quale saranno proiettati frammenti delle riprese video dell’intero percorso. Per l’occasione verrà allestito un open set, in cui, dopo aver riattraversato insieme l’atmosfera di quei giorni, verranno raccolte impressioni a caldo, suggestioni del pubblico da inserire nel montaggio definitivo che sarà presentato all’interno del programma di eventi di VolterraTeatro 2014.

locandina fortezza

La giornata rappresenta idealmente una tappa di avvicinamento al festival che si svolge nel mese di luglio con la direzione artistica di Armando Punzo, e che per questa edizione –  gettando una sorta di ponte ideale proprio con il progetto Mercuzio –  si propone di rimettere al centro la città. A cittadini, artisti e pubblico, verrà dunque nuovamente chiesto di mettersi in scena, in una sorta di grande performance teatrale comunitaria, una strabiliante opera d’arte a cielo aperto. Per lavorare insieme partendo dalla ferita materiale delle mura di Volterra, a un concetto di ferita più profonda, intima, legata all’artista, ma ancor prima all’uomo e alla comunità. Una ferita “luminosa”, da intendersi come possibilità di sprigionare bellezza dal dolore, di rilanciare su una debolezza apparente per farne una straordinaria forza.

Gli estratti dei video

http://vimeo.com/96682417

http://vimeo.com/96677830

http://vimeo.com/96679788

http://vimeo.com/96194973

http://vimeo.com/96678740

http://vimeo.com/96681196

Share