Chi fa teatro — 30/11/2011 21:16

Premi Ubu edizione 2011, Piccolo Teatro Grassi di Milano, 12 dicembre

Share

I prestigiosi Premi Ubu per il teatro 2011 sono giunti alla trentaquattresima edizione. Lunedì 12 dicembre alle18.30, si svolgerà la consegna al Piccolo Teatro Grassi di via Rovello 2 a Milano. Promossi da Ubulibri, con il Patrocinio del Comune di Milano e con il contributo di UniCredit, l’edizione di quest’anno sarà la prima senza il suo ideatore Franco Quadri, riconosciuti come il più ambito riconoscimento del teatro italiano. Allo scopo di tenerne vivo lo spirito, pur nell’inevitabile discontinuità col passato, si è affiancato a Jacopo e Lorenzo Quadri, un gruppo di amici della Ubulibri che sono Leonardo Mello, Renata M. Molinari, Gianandrea Piccioli, Oliviero Ponte di Pino, Renato Quaglia e Cristina Ventrucci, i quali assieme alla redazione della casa editrice, hanno lavorato per creare una formula inedita, documentando la stagione di riferimento.

La premiazione sarà presentata da Gioele Dix e vedrà coinvolti, oltre ai premiati 2011, alcuni protagonisti della precedente edizione, invitati a consegnare i premi ai nuovi vincitori, come in un ideale passaggio di testimone. Tra questi parteciperanno Massimo Castri (miglior spettacolo 2010), Armando Punzo (miglior regia 2010), Fabrizio Gifuni (miglior attore 2010), Francesca Mazza (miglior attrice 2010), Francesco Colella (miglior attore non protagonista 2010), Giovanni Anzaldo (miglior attore under 30 2010), Saverio La Ruina (miglior novità italiana 2010), Luca Ricci di Kilowatt e Emanuele Valenti di Punta Corsara (premi speciali 2010). La consegna dei premi sarà trasmessa in streaming su www.studio28.tv, e ospiterà anche la consegna del Premio Alinovi e del Premio Rete Critica, istituito da Oliviero Ponte di Pino, Massimo Marino, Annamaria Monteverdi e Andrea Porcheddu, assegnato dai sito e blog di critica teatrale.

53 critici che hanno preso parte alla votazione, svoltasi in due fasi. Le procedure inerenti la votazione sono state seguite dalla redazione Ubulibri con il coordinamento di Cristina Ventrucci e la supervisione di Maria Grazia Gregori, componente storica della giuria. I candidati ammessi al ballottaggio, in base al punteggio ottenuto dalla prima votazione sono risultati:

Spettacolo dell’anno
The History Boys di Alan Bennett (Ferdinando Bruni e Elio De Capitani, Teatridithalia)
Dopo la battaglia (Pippo Delbono, Ert – Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro di Roma, Théâtre du Rond Point, Théâtre de la Place, Théâtre National de Bretagne)
La compagnia degli uomini di Edward Bond (Luca Ronconi, Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa)
Hamlice. Saggio sulla fine di una civiltà (Armando Punzo, Carte Blanche/Volterrateatro e Teatro Metastasio)
The End (Valeria Raimondi e Enrico Castellani, Babilonia Teatri e Crt – Centro di Ricerca per il Teatro)

Regia
Valerio Binasco per Romeo e Giulietta di William Shakespeare
Valerio Binasco per Filippo di Vittorio Alfieri
Mario Martone per Operette morali da Giacomo Leopardi
Luca Ronconi per Nora alla prova da “Casa di bambola” da Henrik Ibsen

Scenografia
Maurizio Balò (Il misantropo)
Roberto Crea (Il presidente)
Daniela Dal Cin (Loretta Strong)

Attore
Massimo Popolizio (Blackbird e Il misantropo)
Gianrico Tedeschi (La compagnia degli uomini)
Carmine Maringola (Trilogia degli occhiali)

Attrice
Mariangela Melato (Nora alla prova da “Casa di bambola”)
Federica Fracassi (Hilda e Incendi)
Daria Deflorian (Lʼorigine del mondo, ritratto di un interno)
Anna Della Rosa (Blackbird)

Attore non protagonista
Luca Micheletti (La resistibile ascesa di Arturo Ui)
Paolo Pierobon (La compagnia degli uomini e Nora alla prova da “Casa di bambola”)
Renato Carpentieri (Operette morali)
Marco Foschi (La compagnia degli uomini)

Attrice non protagonista
Ida Marinelli (The History Boys)
Eva Robin’s (Tutto su mia madre)
Federica Santoro (Lʼorigine del mondo, ritratto di un interno)
Barbara Valmorin (Operette morali)

Nuovo attore o attrice (under 30)
I ragazzi di The History Boys (Giuseppe Amato, Marco Bonadei, Angelo Di Genio, Loris Fabiani, Andrea Germani, Andrea Macchi, Alessandro Rugnone, Vincenzo Zampa)
Licia Lanera
Isabella Ragonese

Migliore novità italiana (o ricerca drammaturgica)
The End di Valeria Raimondi e Enrico Castellani
Lʼorigine del mondo, ritratto di un interno di Lucia Calamaro
Trilogia degli occhiali di Emma Dante

Migliore novità straniera
Lucido di Rafael Spregelburd
Blackbird di David Harrower
The History Boys di Alan Bennett

Migliore spettacolo straniero presentato in Italia
Un flauto magico da Wolfgang Amadeus Mozart (Peter Brook, Théâtre des Bouffes du Nord)
Vollmond (Pina Bausch, Tanztheater Wuppertal Pina Bausch)
Le dragon bleu di Marie Michaud e Robert Lepage (Ex Machina)

Segnalazioni per premi speciali
– Teatro Povero di Monticchiello per il coinvolgimento di un intero paese in un progetto di teatro civile di forte intensità poetica
– Il festival Prospettiva di Torino, a cura di Mario Martone e Fabrizio Arcuri, terreno di confronto artistico internazionale rivolto alla crescita del “nuovo”
– Mario Perrotta per la “Trilogia sull’individuo sociale”, del quale coglie la disgregazione nel mondo contemporaneo
– Rai Radio 3 per aver riproposto con successo un genere “dimenticato” quale il radiodramma, valorizzandolo come arte del presente
– Virgilio Sieni non solo per il complesso del suo lavoro sul movimento, ma anche per la ricerca di nuovi linguaggi con interpreti non professionisti
– Teatro Valle Occupato per l’esempio di una possibilità nuova di vivere il teatro come bene comune

 

Share