stagione teatrale, Teatro — 22/01/2017 23:15

La stagione Armunia 2017: teatro, danza, musica, cultura e formazione

Share

CASTIGLIONCELLO (Livorno) – La stagione di Armunia 2017 conta ben 33 appuntamenti in programma tra gennaio e maggio,  fra spettacoli per adulti e per famiglie, veglie al canto del camino (a castello Pasquini), concerti, incontri di poesia e prove aperte concordate con le compagnie in residenza, incontri, laboratori e seminari.  Sarà ancora di più all’insegna dell’attenzione verso gli artisti e il pubblico, con una serie di progetti nazionali e internazionali le cui tematiche s’intrecceranno tra di loro. Fra le nuove creazioni che saranno presentate al Teatro Solvay, di Rosignano la versione definitiva di La Vita Ferma di Lucia Calamaro (Venerdi 14 aprile), un lavoro nato in parte a Castiglioncello, coprodotto da Armunia e rappresentato al festival d’Automne di Parigi, che sta avendo grande successo in Italia e in Francia: Amleto + Fortinbrasmaschine di Roberto Latini con Fortebraccioteatro (Sabato 1 aprile) e Chicazzohainiziato Tutto Questo con la regia di Alessio Pizzech (Martedi 11 aprile).

 

La vita Ferma di Lucia Calamaro

 

 

Spettacoli che spaziano dal classico alla drammaturgia contemporanea, di poesia e musica nelle sale di castello Pasquini, si alterneranno a favole e concerti per bambini al teatro Solvay che s’integreranno ai percorsi formativi intorno al teatro, alla drammaturgia contemporanea e alla danza, riprendendo azioni già avviate e sperimentandone di nuove con altri artisti. Anche la musica sarà al centro di incontri a tema e laboratori sulla composizione, l’arrangiamento e la regia sonora.  Gianluca Misiti (premio Ubu per le musiche, compositore di molte colonne sonore per il cinema e tastierista di Niccolò Fabi, Max Gazzè e Daniele Silvestri), in un tentativo di relazione che intercetta i giovani musicisti del territorio ai quali è data l’opportunità di incontrare un artista, arrangiatore e compositore con il quale condividere una esperienza formativa pratica ed immediata. Un ciclo di laboratori con alcuni tra i più importanti registi e drammaturghi contemporanei tra i quali Lucia Calamaro, Massimiliano Civica (Premio UBU per la regia) con Armando Pirozzi, Oscar de Summa, Roberto Latini, Gaetano Ventriglia e Silvia Garbuggino.

 

Fortebraccio Teatro Amleto Die Fortinbrasmaschine Roberto Latini ®Fabio-Lovino

I progetti con le scuole, che vedranno protagonisti gli artisti residenti ad Armunia. Il tema su cui lavoreranno gli artisti, gli operatori, gli insegnanti e i ragazzi sarà incentrato sull’osservazione delle trasformazioni sociali e paesaggistiche: come cambiano i paesaggi con l’intervento umano? Cosa rappresentano metaforicamente i ponti e le frontiere? Sono alcune delle domande da cui partire per una lettura del contemporaneo che attraversa i vari generi artistici dalla musica al movimento alla parola. Particolare valore è dato all’arte partecipata, con il progetto di arte pubblica Città futura coordinato da Agave Teatro, che ha tra gli obiettivi quello di chiamare a discutere la città, di generare un interesse per lo spazio pubblico attraverso il linguaggio artistico.

 

 

Claudio Morganti

 

 

Per immaginare il domani si è scelto di lavorare con un gruppo di adolescenti, come immediati fautori del futuro, attraverso un percorso triennale. Proseguirà, a partire dal 21 gennaio, il percorso intorno al tema del Tempo introdotto lo scorso anno da Claudio Morganti con il suo Libero Gruppo. Come si rapportano artisti, intellettuali e filosofi con il concetto di Tempo? Cos’è il tempo per un antropologo, un danzatore, un musicista o un filosofo? Da queste riflessioni hanno avuto luogo una serie di incontri nel 2016 che proseguiranno nel 2017 -18. Prosegue il progetto Dov’è Adamo, riservato a donne over 60 e curato da Silvia Gribaudi, così come la collaborazione nella rete Anticorpi XL, il network nazionale indipendente dedito alla promozione e al sostegno della giovane danza d’autore. Nell’ambito del progetto Anticorpi XL, Armunia è partner anche nelle Azioni Collaboraction e ResiDance che sostengono rispettivamente la produzione e la circuitazione nonché l’aiuto coproduttivo attraverso le residenze. Continua inoltre la relazione con la rete nazionale di teatro In-Box. Riprende Attraversamenti smarriti della compagnia Nerval teatro di Maurizio Lupinelli e Elisa Pol, il prezioso lavoro artistico e sociale con il gruppo di attori e attrici disabili della Nuovo Futuro.

Biagiarelli Ottani

 

A tutto questo si aggiunge un ciclo di quattro conferenze-spettacolo tenute dallo scrittore, drammaturgo e traduttore Luca Scarlini che racconterà figure di intellettuali e artisti fondamentali nel pensiero del Novecento, tra i quali Nicola Chiaromonte, Laura Betti, Leonor Fini, Jean Genet, Piero Gobetti, Antonio Gramsci, in linea con la concezione del teatro e delle residenze artistiche come strumento per parlare della complessità del mondo e tentare di uscire dalla “provincia” in cui troppo spesso siamo immersi.

Per quanto riguarda il PROGETTO SCUOLA Paesaggi-Passaggi, Percorsi creativi per i bambini, in continuità con il lavoro degli anni scorsi sul “fare cose più grandi di noi” e sui “muri”, quest’anno gli operatori di Armunia lavoreranno con i bambini sulle “porte” e sui “ponti” – reali e metaforici – che possiamo inventare per estendere lo spazio delle nostre possibilità di agire e di comprendere ciò che ci è estraneo, per entrare in contatto o per evitarlo, elaborando il sentimento della contingenza. Come prepararsi al futuro e all’incertezza di cui è carico? Una possibile, anche se parziale risposta è: allenandosi all’interpretazione delle trasformazioni e agli esercizi di creatività che esse richiedono, affinché non accada che le trasformazioni siano semplicemente subìte. Nel percorso i bambini saranno liberi grazie ai linguaggi dell’arte (dalla musica al movimento, dal gesto alle immagini fino alle parole) di esplorare la capacità del corpo di espandere le sue capacità percettive. Queste scoperte i bambini e le insegnanti del Primo e Secondo Circolo delle Scuole Primarie del Comune di Rosignano Marittimo, potranno farle grazie alla collaborazione di Francesca Della Monica (musicista e cantante), Manfredi Perego (danzautore), Roberta Biagiarelli (attrice), Gianluca Magnani (musicista) insieme a Elisabetta Furini (cantante e attrice); Erica Gori (attrice); Luca Mori (filosofo); Chiara Pistoia (danzatrice).

 

Gianluca Misiti

Armunia ha avviato una collana editoriale in collaborazione con la editrice ETS dell’Università di Pisa. Tra i Progetti internazionali di Armunia per il 2017 si prevede l’apertura di nuovi dialoghi interculturali in prospettiva del Festival Inequilibrio, che già nella scorsa edizione (2016) aveva presentato un focus sulla danza israeliana. Quest’anno l’apertura sarà nei confronti di artisti del mondo arabo nella convinzione del valore che lo spettacolo dal vivo può e deve rappresentare all’interno dello scenario mondiale per il superamento di pregiudizi e resistenze. Diverse realtà nazionali hanno riconosciuto in questa zona del Medioriente una grande potenzialità espressiva densa di significati che possono radicare un pensiero rinnovato di apertura e superamento di barriere culturali per questo motivo il dialogo aperto troverà espansione nel 2017 e contaminazioni nuove nel 2018 insieme a TIR Danza (Bologna), Danza Urbana (Bologna); Mosaicodanza (Torino), Dance Hub (Anghiari); Centrale Fies (Dro), Teatro Pubblico Pugliese (Bari), Ass. Carovana (Sardegna), La MaMa (Umbria). Proficui i rapporti di collaborazione che Armunia ha avviato anche con alcune importanti realtà francesi, in particolare con il Festival D’Automne di Parigi con il quale ha iniziato a condividere uno sguardo sulle drammaturgie contemporanee grazie ad alcuni lavori coprodotti di drammaturghi francesi (Jean-Luc Lagarce messi in scena da Roberto Rustioni e da Renata Palminiello e Joel Pommerat messo in scena da Alfonso Postiglione a Inequilibrio) e di drammaturghi italiani come Lucia Calamaro. Le tematiche s’intrecceranno ai progetti con le scuole e ai laboratori.

 

Il programma completo  è pubblicato su www.armunia.eu

0586754202 armunia@armunia.eu

 

Share
Tags: