cinema, musica e concerti — 14/01/2015 at 20:13

Ferrara rende omaggio ad Abbado ad un anno dalla sua scomparsa

di
Share

FERRARA – Nel primo anniversario della scomparsa di Claudio Abbado, la città di Ferrara – che in ricordo di 25 anni di stretta collaborazione ha scelto di intestare a suo nome il Teatro Comunale – gli dedica numerose iniziative.
Di particolare interesse l’appuntamento in programma il prossimo 20 gennaio alle 17.00, a un anno esatto dalla morte del Maestro, al Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado”.
L’Associazione Garden Club Ferrara e la Presidenza Regionale del FAI dell’Emilia-Romagna, con il sostegno del Comune di Ferrara, della Fondazione Teatro Comunale e dell’Associazione Ferrara Musica, hanno organizzato l’incontro-evento “Un giardiniere prestato alle note”, titolo che richiama il modo giocoso in cui lo stesso Abbado volle definirsi nel corso di un’intervista per sottolineare la sua grande passione per il giardino e il suo costante impegno ambientalista. Testimonieranno questo aspetto meno conosciuto della personalità del Maestro alcuni tra i suoi amici più cari: Giulia Maria Mozzoni Crespi, Presidente Onorario del FAI nazionale, Giorgio Forni, notaio in Bologna e l’architetto e urbanista Stefano Boeri.
L’incontro sarà l’occasione per presentare il progetto “Un bosco in città”, nato dal desiderio di ricordare con un luogo alberato l’amore del Maestro per la natura: iniziativa che l’Associazione Garden Club ha proposto al Comune di Ferrara ottenendo un’immediata disponibilità. Dai primi contatti è stata individuata un’area verde pubblica compresa fra il quartiere Barco e via Padova, che si potrebbe trasformare nel tempo in un “bosco in città” di grande fascino, grazie all’impegno congiunto fra le competenze dell’amministrazione comunale e dei paesaggisti ed esperti di arredo urbano attivi nell’ambito del volontariato civico e ambientalista di associazioni quali FAI e Garden Club. Dopo una breve pausa, verso le 19.15 sarà proiettato, a conclusione dell’iniziativa, il video dell’esecuzione della Terza Sinfonia di Beethoven con Claudio Abbado alla guida della Lucerne Festival Orchestra, tratto dal dvd del concerto che ha avuto luogo nell’estate del 2013 al Lucerne Festival.

Claudio_Abbado sul palco del Teatro Comunale di Ferrara , foto di Marco Caselli Nirmal
Claudio_Abbado sul palco del Teatro Comunale di Ferrara , foto di Marco Caselli Nirmal

Nella stessa settimana si aggiungeranno due appuntamenti per ricordare la figura di Abbado.
Domenica 25 gennaio al Ridotto del Teatro, ore 17, sarà proiettata la Prima Sinfonia di Bruckner con la Lucerne Festival Orchestra diretta da Abbado, nella registrazione realizzata a Ferrara in occasione del concerto del 23 settembre 2012, fortemente voluto dal Maestro, che segnò la ripresa dell’attività del Teatro Comunale dopo il terremoto che colpì la città estense nel maggio precedente; nella seconda parte del pomeriggio sarà presentato “Claudio Abbado. Ascoltando il silenzio” di Paul Smaczny. Il film, con sottotitoli in italiano, è un ritratto di grande intensità di Abbado, “pensatore silenzioso“, reso attraverso le sue riflessioni sugli aspetti artistici, musicali e biografici della propria vita, le dichiarazioni di colleghi e amici, la selezione di estratti di prove e concerti.
Di altissimo livello l’appuntamento musicale con cui si completa l’omaggio di Ferrara a Claudio Abbado. Lunedì 26 gennaio, nell’ambito della stagione 2014-2015 di Ferrara Musica, la Mahler Chamber Orchestra, formazione fondata da Abbado nel 1998 e sin da allora orchestra residente nella città estense, sarà protagonista di un concerto in suo onore diretto da Daniele Gatti: in programma le Sinfonie numero 1, 2 e 5 di Ludwig van Beethoven.

Share

Comments are closed.