Focus a teatro, Teatro — 10/06/2013 06:56

Il Convegno di Punta Corsara e Zigulì di Teatrodilina vincono la quinta edizione di In-Box 2013

Share

Sono la compagnia Punta Corsara di Scampia con l’azione teatrale Il Convegno e la romana Teatrodilina con il monologo Zigulì a vincere tra le 264 proposte che anche quest’anno sono pervenute nella piattaforma di inboxproject.it.

Il primo posto se lo è aggiudicato Il Convegno per la sua capacità di “coniugare tradizione e innovazione” e per “l’uso del comico come grimaldello per una lucida lettura del presente”, mentre il secondo posto va a Zigulì “per l’efficacia drammaturgica capace di illustrare mai banalmente l’amore tra un padre e un figlio disabile.”

Questi in sintesi i motivi che hanno convinto la giuria composta quest’anno da: Renato Bandoli, Roberto Biselli, Alessandro Bianchi, Nicola Bonazzi, Silvia Bottiroli e Rodolfo Sacchettini, Andrea Brunello, Stefano Cenci, Patrizia Coletta, Maurizio Corradini, Laura Croce, Giulia Delli Santi, Massimo Ferri, Mario Mascitelli, Andrea Nanni, Roberta Nicolai, Gianfranco Pedullà, Luca Ricci e Laura Caruso, Giuseppe Romanetti, Gilberto Santini, Veio Torcigliani, Fabrizio Trisciani e Francesco Perrone.

I due spettacoli vincitori (a cui sono stati assegnati dei premi  consistenti in denaro) potranno circuitare attraverso l’Italia incontrando spazi e pubblici nuovi: Il Convegno (che si è qualificato al primo posto) avrà a disposizione 17 repliche e la prima si terrà lunedì 22 luglio all’interno di Kilowatt Festival di Sansepolcro (AR), mentre Zigulì replicherà per 7 volte assicurandosi già come prima data del circuito In-box la vetrina di Armunia/Festival Inequilibrio (Castiglioncello – LI) che ospiterà il monologo domenica 30 giugno.

 

La giuria ha deciso di proclamare primo spettacolo premiato dell’edizione 2013:

IL CONVEGNO della compagnia Punta Corsara

 

Per la capacità di coniugare tradizione e innovazione, densità e accessibilità, di usare il comico come grimaldello per una lucida lettura del presente. Per la valenza politica di un’opera che indaga con leggerezza ed efficacia le dinamiche del potere ed in particolare i rapporti di forza tra “centro” e “periferie”. Per la straordinaria crescita attoriale del gruppo, per il valore aggiunto della coralità e per il coraggio di una scelta produttiva rischiosa e in controtendenza nell’attuale panorama teatrale. Per premiare e sostenere il lavoro di una compagnia che si trova in un momento cruciale del suo percorso artistico e professionale.

 

 

 

 

La giuria ha deciso inoltre di proclamare secondo spettacolo premiato dell’edizione 2013:

 

ZIGULI’ della compagnia Teatrodilina

 

Per l’efficacia drammaturgica di un’opera capace di illustrare da una prospettiva inusuale un argomento forte come quello della disabilità, raccontando un rapporto padre-figlio rabbioso, intenso e fragile. Per la perizia ed il rigore del registro stilistico scelto, in particolare per l’utilizzo del corpo, dello spazio scenico, dei suoni e delle musiche: elementi che contribuiscono a materializzare il mondo intimo e notturno nel quale si svolge la vicenda. Per la straordinaria prova d’attore di una delle eccellenze del teatro italiano, principale chiave d’accesso a uno spettacolo che utilizza un linguaggio universale e fa della schiettezza il suo punto di forza.

Punta Corsara

Il CONVEGNO

azione teatrale

con Mirko Calemme; Giuseppina Cervizzi; Christian Giroso: Vincenzo Nemolato;

Valeria Pollice; Tonino Stornaiuolo; Gianni Vastarella

collaborazione artistica Antonio Calone e Marina Dammacco

regia Emanuele Valenti

I fatti incresciosi delle ultime settimane ci spingono a convocare un convegno d’urgenza per capire come, dove e se dobbiamo ascoltare le periferie. Abbiamo invitato i massimi esperti, ci aspettiamo idee illuminanti e ottime soluzioni. Lo facciamo per tutti quelli che nella loro vita, non hanno ancora mai dato segni di perifericità. Punta Corsara presenta Il Convegno, una prima azione teatrale con cui la compagnia affronta il tema delle periferie. Dopo la messa in scena di Fatto di Cronaca di Raffaele Viviani, dopo la riscrittura del farsesco Pourceaugnac di Molière, Il Convegno è una drammaturgia originale collettiva. Uno spettacolo conferenza in cui lo spirito e le parole di alcuni autori, Karl Valentin, Achille Campanile, Rem Koolhaas, Kurt Vonnegut, si mischiano e confondono con l’esperienza quotidiana di lavoro, con le cronache di periferia, essendo i fatti che realmente accadono inscindibili dal modo in cui vengono raccontati.

 

Teatrodilina

ZIGULI’
(dal libro Zigulì di Massimiliano Verga, edizioni Mondadori)
con Francesco Colella
disegno sonoro Giuseppe D’Amato
scenografia Salvo Ingala
aiuto regia Leonardo Maddalena
adattamento e regia Francesco Lagi

Lo spettacolo nasce dal libro Zigulì di Massimiliano Verga. Un diario intimo che racconta un’esperienza estrema di paternità, il rapporto denso e accidentato fra un padre e un figlio disabile. Parla della possibilità e della capacità di queste due persone di contaminarsi l’uno con l’altro. Il testo di Massimiliano Verga è un testo vivo, che non dà appigli per trame o drammaturgie articolate. È fatto di spunti e di frammenti, di cocci e di slanci emotivi, e questo ci è sembrato molto prezioso. Non ci sono manuali che possano raccontare i due personaggi che animano il libro, c’è solo un rapporto vivo tra due individui. Il padre e il figlio sono due sconosciuti che qualcuno o qualcosa ha costretto a conoscersi. Il mondo del figlio, come quello di ogni figlio, è per il padre un mondo apparentemente impenetrabile. E il mondo del padre è altrettanto indecifrabile, per il figlio. È di questo mistero che parla Zigulì.

Share