ALTRITEATRI — 25/02/2019 09:40

Viktor Viktoria nell’energica interpretazione di Veronica Pivetti

Share

RUMOR(S)CENA – VIKTOR VIKTORIA – TEATRO QUIRINO – ROMA – La protagonista di Viktor und Viktoria è Susanne Weber nell’energica interpretazione di Veronica Pivetti. Sono gli anni della Repubblica di Weimar a Berlino e nonostante il contraccolpo economico della Germania, per gli ingenti debiti della Grande Guerra, il teatro vive un periodo di forte creazione artistica. In questi anni Brecht porta avanti il metodo recitativo basato sullo straniamento e nasce il Berliner Ensemble. Il cabaret, la danza e la musica sono qualità attoriali che Susanne deve avere per poter entrare nella compagnia della Baronessa Ellinor Von Punkertin interpretata da Pia Engleberth. L’incontro di Vito Esposito, ruolo sostenuto da Yari Gugliucci, attore partenopeo in cerca di fortuna, le fa capire che il talento non basta proponendole un doppio personaggio, fingersi un uomo: Viktor che si traveste da donna  e diventare Viktoria. Veronica Pivetti nei panni dell’uomo è sensazionale: cambia abito con abilità e comicità per non farsi scoprire dalla Baronessa che l’ha ingaggiata per la sua mutante mascolinità. Improvvisamente, ecco il prezzo da pagare: l’affascinante Frederich Von Stein, nell’impeccabile interpretazione dell’attore e doppiatore Giorgio Borghetti. Un susseguirsi di scene ripercorre le coinvolgenti vicende nello sfondo delle nascenti forze nazionalsocialiste. La scenografia firmata da Alessandro Chiti è composta da tre pareti in pietra che ricreano i luoghi deputati in cui si sviluppa il successo di Susanne: dalla sala prove di un provino andato male al misero monolocale di Vito Esposito dove nasce il personaggio rivoluzionario di Viktor und Viktoria che segnerà la carriera artistica di Susanne, insieme alla sua lotta interna tra il ritornare ad essere se stessa o continuare a fingersi il suo personaggio.

 

Visto al Teatro Quirino di Roma il 7 febbraio 2019

 

Viktor und Viktoria
commedia con musiche liberamente ispirata all’omonimo film di Reinhold Schünzel; versione originale Giovanna Gra. Regia di Emanuele Gamba. Con Veronica Pivetti, Giorgio Borghetti, Yari Gugliucci, Pia Engleberth   Roberta Cartocci   Nicola Sorrenti. Scene Alessandro Chiti; costumi Valter Azzini; luci Alessandro Verazzi; musiche originali e arrangiamenti Maurizio Abeni

Share
Tags: