Chi fa teatro — 24/06/2017 15:21

7 Scene d’Europa: teatro, musica, danza

Share

SIRACUSA

Teatro Greco

Rane L’INDA, forte dei 120mila spettatori del 2016 con 3,2 milioni di euro di incassi, conclude le rappresentazioni 2017 con la pungente commedia Rane di Aristofane, che la regia di Giorgio Barberio Corsetti rende febbrile, tra marionette e film. Nel cast i “debuttanti” Salvo Ficarra e Valentino Picone nei panni di Dioniso e del suo servo Xantia; Gabriele Benedetti; Roberto Rustioni. Musiche dal vivo dei SeiOttavi. La storia: Dioniso dall’Oltretomba vuol riportare in vita Euripide. Dopo un litigio tra quest’ultimo e Eschilo per decidere chi sia il più grande poeta tragico, Dioniso per salvare Atene dal degrado sceglie Eschilo che a sua volta incarica Sofocle di sedere accanto a Plutone al posto suo senza mai cederlo a Euripide (dal 29/6 al 9/7)

 

 

 

www.indafondazione.org


 

NAPOLI

Palazzo Reale, Teatri e altre città

Napoli Teatro Festival  Italia Fulvio Cauteruccio dirige Acqua: viaggio nell’Horcynus Orca dal romanzo di Stefano D’Arrigo. L’1 e 2 al Politeama Jan Fabre porta Belgian Rules/Belgium Rules: il regista, scultore e coreografo belga celebra con la sua compagnia Troubleyn il volto complesso del suo “pazzo paese”, che chiama “Assurdilandia”, nella lingua immaginifica del teatro. In contemporanea a Benevento, Salerno, Amalfi, Mercogliano e alla Reggia di Caserta si esibiscono nell’ordine l’Orchestra di Piazza Vittorio, Luca Zingaretti in “La sirena”; Solis String Quartet e Peppe Servillo; l’Orchestra popolare di Ambrogio Sparagna; Ensemble Berlin, con musicisti dei Berliner Philharmoniker (fino al 10/7)

 

Belgian Rules/Belgium Rules Jan Fabre

 

www.napoliteatrofestival.it

 


 

RAVENNA

Dalla tomba di Dante al Teatro Rasi

Inferno Dalla definizione di “mirabile visione” che Dante dà della sua opera sono partiti Ermanna Montanari e Marco Martinelli per dare vita a un “mirabile teatro capace di accogliere nel proprio campo visivo le molteplici esperienze dell’intera umanità”. Il risultato è una sorta di “itinerario dello spettatore” – in vari luoghi e con più performance – attraverso l’INFERNO dantesco e nella città che ha accolto il poeta. Al progetto partecipa, oltre alla compagnia delle Albe, la cittadinanza di Ravenna che è stata coinvolta per “chiamate pubbliche” e tappe di avvicinamento. Con cadenza biennale “La Divina Commedia: 2017-2021” affronterà Purgatorio nel 2019 e Paradiso nel 2021, anniversario dei 700 anni dalla morte dell’Alighieri (fino al 3/7)

 

 

Inferno Teatro delle Albe foto di Nicola Baldazzi

 

www.teatrodellealbe.com ; www.ravennafestival.org

 

 


SANTARCANGELO DI ROMAGNA

Luoghi vari

Festival 47 esima edizione Inaugurato il 23/6 dal nuovo spazio museale nel centro della città, il Museum of Nonhumanity, curato da Terike Haapoja, artista visiva finlandese di stanza a New York e già rappresentante del Nordic Pavillon alla Biennale d’Arte di Venezia, e dalla scrittrice Laura Gustafsson, il Festival per il triennio 2017-2019 associa alla direzione 3 artisti. Lo svedese Markus Öhrn apre con Terra bruciata; Francesca Grilli torna a Santarcangelo dopo 10 anni con un progetto che coinvolge la comunità di rifugiati locali, The forgetting of air, 8 e 9 luglio; I Motus portano in scena un gruppo di attrici in ÜBER-ŸRAFFICHE(nude expanded version), dal 14 al 16 luglio, riallestimento di Raffiche (dal 7 al 16/7)

 

Francesca Grilli

 

www.santarcangelofestival.com


MILANO

Teatro alla Scala

Die Entführung aus dem Serail Il ratto dal serraglio” di Mozart, dirige Zubin Mehta. La famosa regia di Giorgio Strehler, creata per Salisburgo nel ’65 e riproposta fino al ’94 alla Scala, con i personaggi in silhouettes come fossero ombre, viene ripresa da Mattia Testi per ricordare i 20 anni dalla morte del regista. Scene e costumi di Luciano Damiani. Nella lotta con il Male, perseguito fino all’ultimo dal “cattivo” Osmin, trionfa il Bene e l’amore tra le due coppie di giovani. Nel cast: Lenneke Ruiten è la forte Konstanze, Sabine Devieilhe è la docile Blonde, Mauro Peter è Belmonte, Maximilian Schmitt è Pedrillo, Tobias Kehrer è Osmin, Cornelius Obonya è il Pascià Selim, Marco Merlini il servo muto (fino all’1/7)

 

Foto Lelli e Masotti

 

www.teatroallascala.org

 


PARMA

Teatro Due Arena Shakespeare

Prima stagione estiva Proseguono, dopo il Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, gli appuntamenti alla grande Arena Shakespeare di Parma, spazio nuovo in Italia. Alternando i récitals di poesia con il teatro classico, verranno così letti da attori i versi del grande artista africano Wole Soyinka, quelli di Tony Harrison e saranno messe a confronto l’Odissea di Omero con la versione di Nikos Kazantzakis. In scena invece I Persiani di Eschilo con Elisabetta Pozzi e la regia di Andrea Chiodi in prima nazionale, e Le rane di Aristofane. Per la danza, il 17 luglio, la Compagnie Hervé Koubi nel travolgente Les nuits barbares o i primi mattini del mondo (fino al 17/7)

Nuits barbares @ Nathalie Sternalski

 

www.teatrodue.org

 


 

ASTI

Festival Teatro 39

Karmafulminien Sottotitolo: Figli di puttini. Dello spettacolo del Teatro della Tosse, regia di Riccardo Pippa, sono protagonisti tre angeli aggressivi, pessimisti, cinici e caustici che si presentano agli umani come angeli 3.0. Sono l’incarnazione della spiritualità  moderna, usa e getta e comoda come cliccare “mi piace” in un social, per chiedere beni immediati. In prima nazionale, poi, al Festival c’è Andy Warhol Superstar che indaga la biografia intima dell’artista a confronto con quella pubblica: la sua curiosità  per tutto ciò che era trasgressivo ed estremo, la sua fede cattolica, il rapporto con la madre, con gli USA, con i soldi e il potere, con il sesso e la castità. Testo e regia sono di Laura Sicignano (26/6; 2/7)

 

Karmafulminien Teatro della Tosse

www.comune.asti.it      www.teatrodellatosse.it


claudia.provvedini@gmail.com

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: