prime nazionali, Teatro, Va in scena a — 21/03/2017 22:06

“Terre noire” , regia di Irina Brook al Funaro di Pistoia

Share

PISTOIA – Va in scena il 23 e 24 marzo 2017 al Centro culturale Il Funaro di Pistoia  in prima nazionale “Terre noire”, una produzione del Théâtre Nationale de Nice – CDN Nice Côte d’Azur (Francia), per la regia di Irina Brook, di un testo originale da lei commissionato a Stefano Massini, traduzione di Pietro Pizzuti. Con  Romane Bohringer, Hippolyte Girardot, Jeremias Nussbaum, Babetida Sadjo, Pitcho Womba Konga.  Musiche di Jean-Louis Ruf-Costanzo, scene di Noëlle Ginefri, suono di Guillaume Pomares, luci di Alexandre Toscani,  costumi di Élisa Octo. Lo spettacolo (in francese con sovratitoli in italiano) spiega una battaglia psicologica,  tratta da una storia vera, di una donna sola contro alcune multinazionali prive di scrupoli, in un mondo in pericolo, dove l’umanità perde il suo posto per far spazio al denaro. In trentun quadri, Stefano Massini disegna la storia reale e terribile di una coppia di contadini sudafricani diventati giocattolo di grandi industrie.  Irina Brook ricostruisce, attraverso un teatro che presta attenzione all’attualità, l’immagine di un mondo disorientato che ha perso la capacità di distinguere il proprio bene da ciò che lo danneggia. Il 24 marzo alle ore 18.30, il Funaro ospiterà l’incontro realizzato con Fondazione Un Raggio di Luce onlus, con il giornalista Silvestro Montanaro:  “Sfruttamento di terre e risorse: una tragedia del nostro tempo”. Scrittore e autore televisivo tra cui “C’era una volta in onda” su Rai3, si è occupato di inchieste dando voce anche a quei popoli del Sud del mondo che il Nord finge di non sentire.

©g.simon

Il Funaro porterà in scena fino a dicembre 2017  il teatro e la cultura di sei paesi del mondo (Canada, Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Repubblica Ceca), con dieci spettacoli di cui quattro in debutto nazionale. Un cartellone internazionale  che chiama a Pistoia artisti celebri per approfondire la poetica che si intreccia ai progetti, non solo teatrali pensati soprattutto per il territorio, alle residenze artistiche, la formazione, le letture e gli incontri con nomi come Massimiliano Civica.   Il  riconoscimento di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 diventa così la possibilità di proseguire con maggiore forza l’attività  iniziata sette anni fa.

In occasione di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 (programma su www.pistoia17.it) decidendo di “regalare Cultura” il Funaro premia: acquistando una Card Funaro per uno o più spettacoli (fra Un amore esemplare, Terre Noire, Blake Eternallife Show, progetto Urge, A Fury Tale, Il Filo di Arianna, Aladino)  si avrà diritto ad uno o più ingressi ridotti. Biglietto per lo spettacolo e biglietto a prezzo ridotto non sono nominali.

In alternativa di può regalare una Cartolina Funaro, per una delle tante attività del Centro: un corso annuale, il Cinetandem, un laboratorio A quattro mani, un Leggiamo poi si vedrà.

il Funaro Centro Culturale

Via del Funaro 16/18 – 51100 Pistoia – Italia

0573 977225  0573 976853 

mail info@ilfunaro.org

www.ilfunaro.org

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: