Teatro, Va in scena a — 20/06/2018 18:33

Kuluka Teatro (Premio Max per il Teatro) per la prima volta ad Avignone

Share

RUMORSCENA – Capita spesso in Italia di venire a conoscenza di spettacoli stranieri, di cui si perdono le tracce facilmente: a causa di scelte artistiche fatte da pochi teatri, se non esclusive, così come è accaduto con “Solitudes“dei Kuluka Teatro,  visto solo al Teatro di Rifredi la scorsa stagione; ora  in viaggio come una cometa “luminosa” capace di attraversare la  sfera celeste costellata di festival estivi celebri e internazionali qual’è Avignone. La Compagnia Kuluka Teatro andrà in scena per la prima volta al Festival Off di Avignone, con lo spettacolo André y Dorine al Théatre de l’Oulle (10,17,24 luglio), un riconoscimento meritato per questi artisti baschi vincitori della ventunesima edizione del Premio Max per il Teatro (Premios Max, Madrid 2018): prestigioso premio spagnolo per le arti sceniche sul modello del “Molière” francese, del “Laurence Olivier” inglese e del “Tony Award” di Broadway. Il loro spettacolo “Solitudes” ha vinto nella categoria miglior spettacolo e migliore composizione musicale. Chi aveva visto lontano e saputo riconoscere il valore artistico dei Kuluka Teatro è stato Giancarlo Mordini e Angelo Savelli  nell’ospitarli in esclusiva italiana  nella stagione del 2016/2017 con “André e Dorine e poi “Solitudes”  (programma 2017/18). Appresa la notizia i direttori artistici del Teatro di Rifredi si dichiarano «particolarmente orgogliosi del riconoscimento per questa giovane, ma già apprezzata Compagnia a livello internazionale, che ha fatto propria la lezione dei moderni spettacoli in maschera immettendovi qualcosa di molto personale: una sorta di neo-romanticismo astratto, un sincero lasciarsi andare ai sentimenti più intensi che trasforma le maschere in personaggi di una normale opera teatrale. “Solitudes” è una commedia agro-dolce sul dramma delle solitudini e delle incomunicabilità familiari. Il protagonista si sente incompreso perché, come quasi tutti gli anziani per i quali la vita è ormai un’attesa, si attacca alle piccole felicità quotidiane, cose così semplici che chi gli è intorno non arriva a valutarne la vera importanza. Ma l’anziano – contrariamente da quello che ci si potrebbe aspettare da una persona che non ha più molte aspettative dalla vita – non si rassegna, non rinuncia ai suoi piccoli desideri e lotta per ottenerli con determinazione e dignità. Un viaggio nella quotidianità che, combinando il serio con il comico, passando dalla schietta risata al nodo alla gola, commuove, diverte, sorprende e invita alla riflessione.

 

Un teatro senza confini, vibrante e contemporaneo dove i gesti e le maschere fungono da ponte verso un mondo di accattivante poetica visiva. Maschere espressive, piene di vita che aprono le porte della fantasia per condurci in un universo in cui tutto è possibile». Così come è accaduto con “Il Principio di Archimede” di Josep Maria Miró , tradotto e portato in scena per la prima volta in Italia da Angelo Savelli.  Il Teatro di Rifredi ha saputo proporre una drammaturgia contemporanea estera  di fatto sconosciuta al pubblico dei teatri nazionali. Scelta oculata che va oltre confine per ricercare nuove proposte innovative e motivata dal desiderio di offrire una qualità artistica di alto livello capace di raccontare una realtà universale.

 

Solitudes vincitore del Premio”Max per il Teatro (Premios Max)

edizione 2018 Madrid

 

Solitudes

uno spettacolo di José Dault, Garbiñe Insausti, Iñaki Rikarte, Edu Cárcamo, Rolando San Martín; regia Iñaki Rikarte. Con José Dault, Garbiñe Insausti, Edu Cárcamo. Maschere di Garbiñe Insausti. Musiche di Yayo Cáceres

Il Premio Max (Premios Max) Spagna

www.premiosmax.com 

 

André y Dorine in scena al Festival Off di Avignone (6-29 luglio 2018)

repliche 10,17,24 luglio

André y Dorine

André y Dorine Stagione 2016/17 Teatro di Rifredi

www.teatrodirifredi.it andre-e-dorine

Solitudes – Stagione 2017/18 Teatro di Rifredi

www.teatrodirifredi.it solitudes 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: