Teatro, Va in scena a — 19/04/2012 11:13

Alexis. Una tragedia greca del gruppo dei Motus al Teatro Studio di Scandicci

Share

Va in scena al Teatro Studio di Scandicci, il il 19 e 20 aprile 2012 alle 21, Alexis. Una tragedia greca del gruppo dei Motus. In scena Silvia Calderoni, Vladimir Aleksic, Benno Steinegger, Alexandra Sarantopoulou, diretti da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò.

Alexis. Una tragedia greca è la fine di un percorso iniziato nel 2008 dalla compagnia emiliana sulle tracce di Antigone e che ha portato negli ultimi anni all’allestimento di Let The Sunshine In, Too Late! e Iovadovia.

Reduci dal successo newyorkese riscosso al La Mama Theatre, tempio della sperimentazione internazionale, i Motus tornano con una produzione definita dalla critica: «Un vero e proprio viaggio dentro un personaggio di cui il giovane Alexis è un’ulteriore rappresentazione, un’inquietante icona postmoderna. Lo raccontano con le immagini di un video che ci rimanda i fotogrammi di una città sconciata dalla modernità, con le sue voci, i suoi racconti, la drammatica ossessiva colonna sonora dei Deus ex machina. Ce lo dicono soprattutto con il corpo, quella fisicità esaltata che dà senso alle cose, quelle discese improvvise e provocatorie fra gli spettatori, quel vaticinare attorno a un debole fuoco, quell’essere dentro e fuori lo spettacolo, quell’essere in fin dei conti abitati dai personaggi. Atene, allora, può essere uguale a Genova…»

Un cortocircuito tra attualità e tragedia in cui risuona la domanda Come trasformare l’indignazione in azione?

Spiegano i registi: «Nell’agosto 2010 siamo stati in Grecia per rintracciare testimonianze dirette sull’uccisione del quindicenne Alexandros-Andreas Grigoropoulos (Alexis), avvenuta durante il nostro primo workshop di studio sull’Antigone: un Polinice con la maglietta dei Sex Pistols… Questo episodio tragico ci ha spinto a pensare al progetto-Antigone sul tema delle rivolte del contemporaneo.

Alexis è stato ucciso il 6 dicembre 2008 da una pallottola al petto dall’agente Epaminondas Korkoneas, un sabato sera come tanti a Exarchia, nel cuore di Atene, vicino al Politecnico, noto per l’estenuata resistenza ai Colonnelli. L’episodio, per quanto sanguinoso e violento, appare quasi epifenomenico. Non certo un incidente occasionale: é la miccia che provoca un’esplosione a catena, ed è facile, anche se discutibile, accostarlo ad altre rivolte che hanno investito le metropoli europee negli ultimi anni… La morte di Alexis ha indotto molti altri adolescenti a scendere nelle strade e alle proteste si sono uniti esponenti di tutte le fasce sociali greche, scatenando un’insurrezione popolare senza precedenti. Uno spettacolo che è talmente in presa diretta con il reale, da assumere connotazioni diverse di giorno in giorno. Già qualche rappresentazione fa, in molti ci hanno chiesto se avevamo introdotto dei testi in relazione alle proteste degli studenti del momento… e non l’avevamo fatto. Tutte le riflessioni in realtà vengono dalle conversazioni-interviste avute in Grecia nel 2010, dopo le sommosse e la crisi esplosa…In un certo senso, abbiamo iniziato tre anni fa un percorso drammaturgico che lentamente ha cominciato a smantellare tutte le nostre consuetudini sceniche per scaraventarci verso il baratro dello spazio vuoto.»

 

Dove sono i genitori? Dove sono gli artisti? Perché non escono fuori?

Non siamo terroristi, non siamo i soliti incappucciati, senza volto…

Siamo i vostri figli.

Questi conosciuti-sconosciuti…

Aiutateci.

P.S. Non gettateci altri lacrimogeni. Noi stiamo già piangendo.

(Dalla lettera degli amici di Alexis)

 


 

Alexis. Una tragedia greca

di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò

con Silvia Calderoni, Vladimir Aleksic, Benno Steinegger, Alexandra Sarantopoulou

e la collaborazione di Michalis Traitsis, Giorgina Pilozzi

assistenza alla regia Nicolas Lehnebach

drammaturgia Daniela Nicolò

editing video Enrico Casagrande

fonica e interventi sonori Andrea Comandini

brano musicale Pyrovolismos sto prosopo di The boy

in video compaiono Nikos del Centro Libertario Nosotros, Stavros del gruppo musicale Deux ex machina

luci e scena Enrico Casagrande e Daniela Nicolò

 

 

 

TEATRO STUDIO – Via G.Donizetti, 58 – 50018 Scandicci

Info e prenotazioni 055 75 91 591 – biglietteria@teatrostudiokrypton.it www.teatrostudiokrypton.it

 

Ti potrebbe interessare anche...

Share