cinema — 18/11/2015 at 23:19

Cinèpertutti: i film in sala a Novembre

di
Share

Novembre rovente al cinema

Mockingjay

Siamo ormai alle porte dell’inverno ma al cinema le temperature si alzano con il ritorno sul grande schermo della ragazza di fuoco. Nella seconda parte dell’attesissimo ultimo capitolo della saga degli Hunger Games (senza stimare eventuali prequel o sequel)…Katniss, interpretata dalla verace e anticonformista Jennifer Lawrence, è giunta alla resa dei conti con il presidente Snow, spingendo alla ribellione tutto il Distretto 13. Un cast d’eccezione — nel quale spiccano i premi Oscar Julianne Moore e il compianto Philip Seymour Hoffman, affiancati dal camaleontico Woody Harrelson e Donald Sutherland —per l’incandescente e fin troppo atteso finale di questo blockbuster tratto dalla trilogia di Suzanne Collins, che come i romanzi poteva tranquillamente terminare a quota 3. Ma perché negarsi una bella dose di cruda violenza e una rivoluzione con i fiocchi tra sequenze spettacolari e pochi sentimenti?Per restare in tema di action movie, ritorna per la 24esima volta sugli schermi l’immortale James Bond. L’agente più amato di tutti i tempi ha già diviso la critica, e questo capitolo oltre a essere il più lungo è anche il più costoso della storia. Dopo aver mostrato la sua vulnerabilità nel precedente Skyfall e messo in bella mostra i suoi sentimenti, il personaggio, nato dalla penna dello scrittore Ian Flemig, continua la sua conversione nel divenire umano. Interpretato da un Daniel Graig in perfetta forma fisica, il nuovo 007 non perde la sua sensibilità ma rispolvera il vecchio fascino e il glamour delle origini in una pellicola ricca di richiami e citazioni autoreferenziali. Trama intricata e un’azione mai così incalzante e spettacolare, Spectre travolge lo spettatore per due ore e mezza di frivola ed entusiasmante esperienza cinematografica.
Buona visione!

 

 

spectre

Hunger Games – Il canto della vittoria, parte II
Un film di Francis Lawrence. Con Jennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Julianne Moore, Wes Chatham, Elden Henson.
Produzione: USA, Universal Pictures, 2015
Genere: Avventura
Durata: 136 minuti
Trailer:https://www.youtube.com/watch?v=2gDUWEyuvbI

Spectre – 007
Un film di Sam Mendes. Con Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Monica Bellucci.
Produzione: USA, Warner Bros, 2015

Genere: Spionaggio
Durata: 148 minuti
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=XWYVsXQL6TI

 

alaska

 

Alaska 

Un caotico sogno di libertà

Claudio Cupellini dopo la bella prova registica di Una vita tranquilla, con il premiatissimo Toni Servillo, datata 2010, torna al cinema dopo 5 anni con una storia d’amore travolgente. Il film è un melodramma dalle tinte noir che intreccia le vicende di due giovani amanti, due anime fragili alla ricerca della propria rivincita sulla vita. La scelta del protagonista maschile cade su un bravo e talentuoso attore, Elio Germano, che accompagna ai suoi primi passi sul grande schermo la bellissima e promettente Astrid Berges-Frisbey. I due si struggono e si amano con passione, cadono e si rialzano, ascendono per cadere di nuovo in un vortice di eventi confuso e incontrollabile. I personaggi sono quello che vediamo, non sappiamo quasi nulla del loro passato, non capiamo le loro scelte presenti né tantomeno i comportamenti reiterati e drammatici. Poca introspezione psicologica non permette il coinvolgimento e una sceneggiatura frenetica, che si divide malamente tra azione e romanticismo, ci svela «inaspettatamente» che l’amore vince su tutto. Inizio promettente che non mantiene le aspettative, finale didascalico e delicato. Bella la fotografia.

Un film di Claudio Cupellini. Con Elio Germano, Astrid Berges-Frisbey, Valerio Binasco, Elena Radonicich, Antoine Oppenheim.
Produzione: Italia-Francia, 01 Distribution, 2015
Genere: Drammatico
Durata: 125 minuti
Trailer:https://www.youtube.com/watch?v=7iQFZNC8Hnw

 

 

 

mustang

Mustang

Sussuri e grida nella Turchia rurale

In un remoto villaggio della Turchia si svolgono le vicende di cinque piccole donne prigioniere, anche fisicamente, di una tradizione bigotta e repressiva, che le costringe a sottomettersi a un potere patriarcale opprimente.
Osserviamo la vita di queste ragazze attraverso gli occhi della piccola Lale, che, nel destino delle sue sorelle, costruisce la propria identità e matura una prepotente necessità di emancipazione. La narrazione disincantata ma mai banale mostra, nella tragicità degli avvenimenti, risvolti ironici e a volte grotteschi.
L’opera-prima della regista Deniz Gamze Ergüven strizza l’occhio a una pellicola del 1999, Il giardino delle vergini suicide, dell’allora esordiente Sofia Coppola, ma se ne allontana stilisticamente, dando vita a una storia geograficamente contestualizzata ed emotivamente complessa.
Candidato all’Oscar come miglior film straniero francese, Mustang, in riferimento ai cavalli selvaggi che simboleggiano le indomabili protagoniste, denuncia l’arcaicità dei matrimoni combinati e le forti contraddizioni legate ai diritti femminili nella società turca. La Ergüven tratteggia con maestria i caratteri delle cinque eroine, rendendo omaggio a Bergman, e le circonda di personaggi secondari simbolicamente caratterizzati e in contrapposizione tra loro: la nonna circondata dalle zelanti vicine, chiara allegoria di un passato immutabile, e la maestra, rappresentazione dell’emancipazione femminile, lo zio, archetipo dell’uomo violento e prevaricante, e Yasin, modello maschile positivo e accogliente. La vibrante sceneggiatura e le bravissime giovani attrici toccano il cuore, il bisogno di libertà e la voglia di ricominciare, lontano da arretratezza e misoginia, diventano chiari messaggi di rivoluzione culturale e di cambiamento generazionale di cui una società in trasformazione, come quella turca, ha bisogno.

Un film di Deniz Gamze Ergüven. Con Günes Sensoy, Doga Zeynep Doguslu, Elit Iscan, Tugba Sunguroglu, Ilayda Akdogan.
Produzione: Francia, Lucky Red, 2015
Genere: Drammatico
Durata: 94 minuti
Trailer:https://www.youtube.com/watch?v=m9ekWwtrauo

 

 

VISTI PER VOI – IERI, OGGI E DOMANI

 

io ti salverò

 

Io ti salverò

Un thriller dalle tinte rosa

Hitchcock nel 1945 firma uno dei thriller più complessi della sua carriera. Il regista, nell’intenzione di girare il primo film sulla psicanalisi, caratterizza i personaggi rendendoli — attraverso una sceneggiatura ricchissima di dialoghi — di una trasparenza a tratti eccessiva. La pellicola racconta come una giovane psichiatra cerca di curare, con l’amore e l’analisi, un amnesico ossessivo sospettato di omicidio. Ingrid Bergman, algida e bellissima, fugge dalla clinica in cui lavora, buttando all’aria carriera e codice deontologico per salvare l’amato presunto colpevole (Gregory Peck). Il film, premiato agli Oscar per la colonna sonora, viene arricchito dalle visioni oniriche e deliranti di Salvador Dalì. Bergman e Peck superlativi.

Un film di Alfred Hitchcock. Con Gregory Peck, Ingrid Bergman, Rhonda Fleming, Michael Chekhov, Leo G. Carroll

Produzione: USA, Selznick Int., 1945

Genere: Drammatico

 

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=gIaTthVL7XI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Comments are closed.