Co-Scienze, Culture, Editoriale — 16/12/2018 15:59

La musica di per ricordare Antonio Megalizzi al Teatro Sanbàpolis. Radiofonobar e Sanbaradio di Trento

Share

RUMOR(S)CENA – IN MEMORIA DI ANTONIO MEGALIZZI – TRENTO – Trento si appresta a celebrare i funerali di Antonio Megalizzi, il reporter assassinato a Strasburgo e deceduto in ospedale : sarà lutto cittadino il giorno delle esequie per onorare la memoria di un giovane conosciuto per il suo impegno sociale e politico all’Università e nelle radio in cui collaborava. Una di queste è Radiofonobar che ha organizzato sabato 15 Dicembre un evento per ricordarlo anche attraverso un concerto di musica live di cui Antonio era un esperto conduttore e programmatore (era anche direttore artistico di Radio 80 ForeverYoung a Rovereto), che ha voluto dedicare il “ Christmas Party”: «una serata di festa e musica al Teatro Sanbàpolis, alla quale da tempo il nostro staff stava lavorando, un evento pensato come un’ occasione per ritrovarci e scambiarci gli auguri prima delle festività, ma è diventata, alla luce degli eventi, un momento importante, dalla forte valenza simbolica – spiegano i redattori della radio Cecilia Passarella, Michele Citarda e Giovanni Melchioridopo tante riflessioni e scambi di opinioni sull’opportunità di annullare o meno la serata, abbiamo deciso che la festa venisse dedicata ad Antonio».

Il motivo? : «Perché la voglia di andare avanti è più forte della paura del terrorismo, perché così avrebbe voluto Antonio».

Una decisione dei redattori che conoscevano bene Antonio ed ora sono coinvolti dalle emozioni per il dolore provato. «L’abbiamo dedicata ad Antonio perché era uno di noi e, sebbene non facesse parte della redazione di Sanbaradio in senso stretto, a lui ci legavano il rapporto di profonda amicizia e stima che i ragazzi della nostra radio all’interno di Europhonica avevano e che andava oltre il lavoro della redazione. Il legame di valori e intenzioni, di forte passione per la radio, per il giornalismo e per quell’idea di Europa che noi tutti condividiamo, nel lavoro di ogni giorno. Per questi motivi abbiamo deciso di mantenere la festa e trasformarla in una serata speciale per dimostrare a chi vorrebbe fermarci che le idee, la voglia, la passione di Antonio Megalizzi sono le stesse di un’intera generazione e noi vogliamo farle sempre più nostre, perché sono più forti di qualsiasi pallottola terrorista. Antonio si trovava nella città francese per portare avanti le passioni che ci accomunavano, la radiofonia e il giornalismo, per il progetto Europhonica (dal 2018 era stato nominato coordinatore per l’Italia), a cui siamo orgogliosi di collaborare, e per RadUni, il network delle radio universitarie di cui anche noi facciamo parte – concludono – i redattori -, incapaci di celare la commozione e il dolore percepito durante tutta la sera, alleviata solo parzialmente dalla musica.

 

Antonio Megalizzi

A Trento le bandiere sono a mezz’asta nei palazzi della Provincia, in Comune e nel Rettorato dell’Università di Trento. Il funerale verrà celebrato in Duomo dal vescovo di Trento Lauro Tisi.

 

Antonio Megalizzi

«Inseguo le mie passioni: il giornalismo e l’Europa. Vorrei che i giovani come me lo capissero. Mai come oggi un’Europa unita è cruciale e mai come oggi siamo a un passo dal distruggerla».

 

 

Il video della presentazione dell’evento dedicato ad Antonio Megalizzi – al Teatro Sanbàpolis di Trento. La motivazione della redazione della radio Sanbaradio per aver deciso il proseguo della serata di musica live.

Pubblicato da Roberto Rinaldi su Domenica 16 dicembre 2018

 

Share
Tags: