musica e concerti, Teatro lirico — 15/07/2018 10:08

La stagione 2018/19 del Teatro Carlo Felice di Genova: tradizione e contaminazione

Share

RUMORSCENA – GENOVA – Il Teatro Carlo Felice di Genova ha presentato la stagione 2018-19 alla presenza del Sovrintendente Maurizio Roi e del Direttore artistico Giuseppe Acquaviva: un programma che comprende una buona selezione tra il classico ed il contemporaneo, tre musical, sei opere, tre balletti e dodici appuntamenti che compongono la stagione sinfonica. Si inaugura con il nuovo allestimento An American in Paris, musical di George Gershwin, in co-produzione con Wec Entertainment, che farà da capofila a gli altri due shows previsti in stagione e sempre in coproduzione con Wec. West Side Story di Leonard Bernstein e Sunset Boulevard di Andrew Lloyd Webber, tratto dal celebre film di Billy Wilder. Un celebre trittico che va incontro ai gusti del pubblico più giovane ma con l’intento anche di conquistarsi e mantenere viva l’attenzione degli spettatori più abituali e affezionati. Ad inaugurare la stagione operistica, una maestosa Aida di Giuseppe Verdi, diretta da Andrea Battistoni, nel nuovo allestimento del Teatro dell’opera genovese, dopo diversi anni di assenza dal cartellone. Seguirà Tosca di Giacomo Puccini nel fortunato allestimento del Carlo Felice e la regia di Davide Livermoore, con Maria Josè Siri nel ruolo della protagonista. Madama Butterfly nell’allestimento del Teatro Astana Opera, Cavalleria rusticana di Mascagni; Pagliacci di Leoncavallo per la regia di Teatrialchemici – Luigi Di Ganci e Ugo Giacomazzi. Don Pasquale di Donizetti nell’inconsueto allestimento della Scottish Opera ed il ritorno di Simon Boccanegra, (produzione del Teatro). Il repertorio del Balletto classico è all’insegna della tradizione con le tre composizioni più popolari di Pëtr Il’ič Čajkovskij e che aprirà durante il periodo natalizio con Lo schiaccianoci del Balletto del Teatro di Astana Opera, che porta a Genova anche Il lago dei cigni e La bella addormentata nella spettacolare versione del Balletto sul ghiaccio di San Pietroburgo.

Daniel Smith Otherworlds

La stagione sinfonica inizia con un concerto dedicato a Gershwin diretto da Daniel Smith, direttore ospite principale del Carlo Felice.Tra gli appuntamenti da segnalare, i due concerti celebrativi di Niccolò Paganini eseguiti dall’ Janoska Ensemble e dalla violinista Laura Marzadori, il ritorno di Fabio Luisi, Direttore onorario del Teatro, impegnato nella Quinta Sinfonia di Mahler e quello di Marcello Rota che eseguirà un omaggio a Nino Rota. Altri nomi di grande prestigio sono il violinista Sergej Krylov, il versatile pianista Stefano Bollani e il duo ‘comico’ Igudesman & Joo. E per finire due galà con protagonisti Jessica Pratt e Michael Spyres, e in conclusione della stagione sinfonica una delle protagoniste del belcanto Mariella Devia.

Simon Boccanegra

 

Lo schiaccianoci

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: