altrifestival — 15/06/2018 18:28

Il SUQ Festival di Genova: Donne, isole e frontiere.

Share

GENOVA – Inizia venerdì 15 giugno 2018 e si concluderà il 24 giugno prossimo  il SUQ Festival, simbolo di luogo unico e teatrale per il dialogo tra culture e la promozione della diversità, riconosciuto “best practice d’Europa, che quest’anno festeggia vent’anni dalla sua nascita. 40 botteghe artigianali da altrettanti paesi, 14 differenti cucine dal mondo, associazioni umanitarie e comunità di immigrati, buone pratiche per l’ambiente e un programma artistico con oltre 100 eventi, tra concerti, incontri, performance, showcooking. Cuore del SUQ (mercato in arabo) la rassegna Teatro del Dialogo con 8 spettacoli, di cui 3 sono delle produzioni Suq, con una prima nazionale e un appuntamento alla frontiera di Ventimiglia. Ideato da Valentina Arcuri e Carla Peirolero che ne è la direttrice artistica, il Festival ha il patrocinio dell’UNESCO, di Ministero Affari Esteri e Ministero dell’Ambiente. Quest’ultimo ottenuto grazie all’importanza delle iniziative “green” della rassegna EcoSuq, che da 10 anni integra il programma artistico e culturale.

 

SUQ Festival

DONNE, isole e frontiere è il tema scelto, ma anche il percorso di un progetto triennale che vede accenti diversi nei 3 anni: “donne” oggi, “isole” nel 2019, “frontiere” nel 2020, in omaggio a quelle donne che hanno dato vita al Suq ma anche alle tante figure che lo hanno abitato e attraversato, facendo emergere quanto le donne paghino il prezzo più alto della migrazione. «Consideriamo il traguardo dei 20 anni un successo nostro e della Città – spiega Carla Peirolero – e il Suq ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano in ambito teatrale e culturale fuori dai confini territoriali, ma se il pubblico, in gran parte giovane e multiculturale, non ci avesse seguito con affetto, insieme ai tanti partner storici, non ci saremmo arrivati con una vitalità che sorprende noi per primi».

 

Mercato al Suq foto Max Valle

Da segnalare la prima nazionale dello spettacolo Una sottile voce di silenzio Domande laiche sul religioso della Compagnia del Suq (16, 17, 18 giugno – Chiesa di San Pietro in Banchi), firmato da Roberta Alloisio, artista storico del Suq scomparsa nel 2017, per un concerto teatrale ideato insieme a Paola Bigatto, e riadattato dalla Compagnia del Suq. Colloqui d’amore, di Gabriele Vacis, che porta in scena un gruppo di migranti e rifugiati (23 giugno – Isola delle Chiatte); La frontiera a Ventimiglia, evento teatrale dedicato ad Alessandro Leogrande, con Goffredo Fofi, Mohamed Ba (30 giugno, Museo Balzi Rossi Ventimiglia) e gli artisti della Compagnia del Suq. Un progetto di Carla Peirolero.

Piccola Orchestra di Tor Pignattara

 

Tra gli eventi musicali il debutto di Figli Unici della Piccola Orchestra di Tor Pignattara, nell’ambito di MigrArti2018 (15 giugno); il concerto di Teresa de Sio (20 giugno); il Coro delle Mondine ensemble tradizionale unico e originale tutto al femminile (19 giugno); Baba Sissoko in concerto con la figlia Djana Sissoko (23 giugno); Doyenne Dj set, tutto al femminile, tra hip hop, trap, dance hall e afrobeats (24 giugno). Soggetti smarriti (Marco Rinaldi e Andrea Possa) con Andrea Di Marco per un spettacolo di cabaret con il Manuale (comico) del bravo genovese (17 giugno).

Presentazione dei libri di Gabriele Del Grande, Marco Aime e Omar Rizq. Appuntamenti nella Tenda dei libri e delle letture, una tenda marocchina all’ingresso del Suq. Uno spazio reso vivo grazie alla collaborazione con Pentagora, Banca Etica, Progetto Made in CastelVolturno.

Il 22 e 23 giugno, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il Festival sarà sede di un evento satellite di ArtLab18, rassegna sul management culturale, curata da Fondazione Fitzcarraldo, tra gli highlights del calendario ufficiale di Commissione Europea e MiBACT. ArtLab18 porta al Suq due incontri dedicati al Dialogo Interculturale e nuovi cittadini: due sessioni in cui gli operatori culturali rifletteranno e si confronteranno sui progetti mirati al dialogo sociale e interculturale contro il razzismo e l’emarginazione sociale. Il 2018 è l’anno intitolato al cibo italiano da MiBACT e MiPAAF: showcooking ispirati al tema Il cibo italiano dialoga con il mondo, a cura di Chef Kumalé e Liguria Gourmet e con le nuove frontiere del mangiare sano, e vegano.

 

Mater Strangoscias

Il Premio Agorà, ideato da Suq, insieme alla rete internazionale Med 21 in collaborazione con Museo Luzzati, destinato a chi, attraverso l’arte o l’informazione, favorisce conoscenza e dialogo tra sponde, quest’anno verrà assegnato a Rai Radio 3 Mondo e a Radio Orient (Parigi). A ritirarlo le curatrici dei Radio 3 mondo Cristiana Castellotti e Anna Maria Giordano, e per Radio Orient, la giornalista di origini algerine Nadia Bey. Il 20 esimo SUQ Festival è prodotto e organizzato dall’Associazione Culturale Chance Eventi – Suq Genova; vanta i patrocini di UNESCO- Commissione Nazionale Italiana, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Ministero Ambiente e Tutela del Mare.

 

Ingresso gratuito a tutte le iniziative, esclusi gli spettacoli teatrali

Orario: lunedì – venerdì dalle 16 alle 24; sabato e domenica dalle 12 alle 24

20°Suq Festival www.suqgenova.it/suq-festival/suq-festival-2018/

Rassegna teatrale www.suqgenova.it/suq-festival/teatro-del-dialogo-2018/

ArtLab18 http://artlab.fitzcarraldo.it/it/eventi-satellite/genova

www.suqgenova.it

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: