Teatro, Va in scena a — 14/12/2017 23:00

Sono “Corpi eretici” scelti dal Teatro della Ribalta di Bolzano

Share

BOLZANO – Corpi eretici (ottava edizione) è il titolo della rassegna teatrale del Teatro della Ribalta (diretta da Antonio Viganò) viva, poetica, inquieta, multidisciplinare, non facile, che apre ancora una volta lo sguardo verso i temi della diversità, delle variabili umane, delle molteplici possibilità di vedere, vivere, leggere e interpretare il mondo. Una rassegna che parla di mondi chiusi che dobbiamo rompere (“Il ballo”), che si apre all’Europa ospitando una produzione del Galles di una compagnia integrata (Meet Fred), che presenta in modo originale le tante possibilità di essere che appartengono agli uomini e alle donne, anche in forma eretica (“Variabili umane”), che valorizza la creazione di qualità del territorio, quella che continua a sperimentare artisticamente (“La morte e la fanciulla”), che indaga il tema della prostituzione in un modo strano, con una relazione tra attore e pubblico molto intima (“Medea per strada”), che crede alla poesia come possibilità di respirare profondamente (“Canti per la vita quotidiana”) e si diverte con una storia da rileggere e riscrivere in tanti modi (“Radio Pinocchio”). Ecco la nostra funzione: aprire alle tante possibilità possibili: cercare di essere “eretici”, fuori dalla norma, contraddittori, visionari e multipli. Per questo proponiamo opere di teatro e danza che stanno nel contemporaneo, sia nelle forme che nei contenuti.

Il Ballo Luca Del Pia

Sabato

16.12.2017 20:30

Teatro Comunale di Gries

Teatro la Ribalta

 

Il Ballo

Il Ballo

Il ballo” è uno spettacolo di teatro-danza dove i personaggi, reclusi in una stanza, metafora del mondo, cercano di dare un senso alla propria vita. Prigionieri delle proprie abitudini e convenzioni sociali, di uno spazio fisico e mentale e dello sguardo che gli “altri” gli rimandano, lottano per non soccombere alle regole e alle logiche a loro imposte, cercano una via di fuga, un modo per ritrovare una propria soggettività, una propria storia, intima ed esclusiva. In questa ricerca drammaturgia ci sono stati di aiuto, con i loro racconti, le opere e le suggestioni, dei grandi autori del ‘900, quali Pirandello, J.P. Sartre, Bruno Schulz e in particolare il video d’arte “Il tango” di Zbigniew Rybszynski. Il ballo” è il manifesto poetico del Teatro la Ribalta  e coinvolge sulla scena, per la prima volta, tutti i suoi attori e le sue attrici e i tanti artisti esterni. Il Teatro La Ribalta è una compagnia teatrale professionale con attori e attrici con e senza handicap. Questi attori e queste attrici non rivendicano, nel loro agire sulla scena, alcuna azione terapeutica, perché la terapia è costretta a fermarsi sulla soglia di un mistero che appartiene all’inesplicabilità dell’arte.

Luca Del Pia

di Antonio Viganò

con Michele Fiocchi, Vasco Mirandola, Evi Unterthiner, Michael Untertrifaller, Rodrigo Scaggiante, Maria Magdolna Johannes, Daniele Bonino, Matteo Celiento, Mirenia Lonardi, Rocco Ventura, Jason De Majo, Mattia Peretto

regia Antonio Viganò

Coreografie Julie Anne Stanzak

Scene Antonio Panzuto

Luci Michelangelo Campanale

Costumi Maria Pascale

Direzione di produzione Paola Guerra

Collaborazione alla produzione Lebenshilfe Südtirol, Residenze artistiche “Olinda” – Festival “Da vicino nessuno è normale” – Milano

Sabato

27.01.2018 20:30

Teatro Comunale di Gries

Hijinx in Association with Blind Summit (UK)

Meet Fred

in lingua inglese con sottotitoli in italiano

Fred è un pupazzo alto 60 centimetri che deve combattere ogni giorno contro i pregiudizi. Fred vorrebbe essere come tutti, far parte della vita reale, avere un buon lavoro e incontrare l’amore della vita, ma quando viene minacciata la sua “pupazzità”, la vita di Fred inzia a sfuggirgli di mano …

Attenzione! Lo spettacolo utilizza un linguaggio forte e contiene scene di pupazzo nudo!

Hijinx è una compagnia teatrale professionale composta da attori e attrici con e senza disabilità cognitiva. La compagnia, fondata a Cardiff nel 2006, seleziona i propri attori e le proprie attrici in scuole di teatro sparse su tutto il territorio britannico. Blind Summit è una delle compagnie di punta britanniche di teatro di figura. I loro spettacoli stanno riscuotendo moltissimo successo e hanno preso parte anche al Fringe Festival di Edimburgo, il festival delle arti più grande al mondo. Nello spettacolo “Meet Fred” sono coinvolti 3 attori di Hijinx e 3 di Blind Summit.

regia Ben Pettitt-Wade

con Richard Newnham, Lindsay Foster, Gareth John, Dan McGowan, Morgan Thomas, Jon Kidd or Craig Quat

drammaturgia pupazzo | Tom Espina, Giulia Innocenti

Luci e direzione di produzione Ceri James

tecnica Tom Ayres

pupazzo di Blind Summit

Colonna sonora a cura di Jonathan Dunn

Met

Sabato

24.02.2018 20:30

Teatro Comunale di Gries

Compagnia Atopos

 

Variabili Umane

In “Variabili umane”, come in una tragedia greca, va in scena una lotta per la vita, che dischiude una verità rivoluzionaria e una prospettiva di felicità: siamo tutti creature in perenne fluttuazione, siamo fatti di padre e di madre, siamo potenzialmente maschi e femmine. Protagonisti sono donne e uomini in transizione verso un genere non necessariamente definito. Interpreti che traducono in parole, in danza e in canto la propria diversità, con uno sguardo multiplo e non conforme sulla realtà, sul Sé e sulla relazione affettiva e sessuale con l’Altro.

Atopos Compagni Teatrale, diretta da Marcela Serli, è stata fondata nel 2010 per indagare i temi che ruotano attorno all’identità di genere. Le produzioni di Atopos sono il risultato di laboratori itineranti.

progetto e regia Marcela Serli

drammaturgia Marcela Serli & Davide Tolu

da un’idea di Irene Serini

Video art Maddalena Fragnito

ricerca musicale Francesca Dal Cero

Consulenza ai costumi Giada Masi

con Gabriele Belli, Cesare Benedetti, Noemi Bresciani, Alessio Calciolari, Nicole De Leo, Arianna Forzani, Antonia Monopoli, Stefania Pecchini, Marta Pizzigallo, Gaia Saitta, Marcela Serli, Andrea Zago, Christian Zecca

Variabili Umane

Sabato

03.03.2018 20:30

Teatro Comunale di Gries

Compagnia Abbondanza/Bertoni

 

La Morte e la Fanciulla

In scena tre differenti capolavori. Uno musicale: il quartetto in re minore “La morte e la fanciulla”. Uno fisico: l’essere umano nell’eccellenza delle sue dinamiche. Uno spirituale-filosofico: il mistero della fine e il suo continuo sguardo su di noi. Come già Matthias Claudius nel testo del Lied e Franz Schubert nel quartetto d’archi in re minore, abbiamo seguito il tema della morte accompagnata a giovani figure femminili sul crinale di un confine oscuro tra sessualità e morte; nello spettacolo questi due aspetti sono così distinti: piano coreografico (la fanciulla) e piano video (la morte). Presenza di nudo integrale in scena.

Compagnia Abbondanza/Bertoni: Dall’esperienza newyorkese nella scuola di Alwin Nikolais agli studi francesi con Dominique Dupuy, attraverso le improvvisazioni poetiche di Carolyn Carlson, lo studio e la pratica dello zen, Michele Abbondanza (co-fondatore del gruppo Sosta Palmizi e docente alla Scuola di Teatro del Piccolo di Milano) e Antonella Bertoni fondano la Compagnia Abbondanza/Bertoni riconosciuta come una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano per le loro creazioni, per l’attività formativa e pedagogica e per la diffusione del teatro danza contemporaneo. La Compagnia è in residenza al Teatro alla Cartiera di Rovereto.

regia e coreografia Michele Abbondanza & Antonella Bertoni

con Eleonora Chiocchini, Valentina Dal Mas, Claudia Rossi Valli

musiche Franz Schubert

Luci Andrea Gentili

Video Jump Cut

Produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni

La morte e la fanciulla

da martedì a domenica

13.-18.03.2018

prenotazione obbligatoria

itinerante con partenza dal T.RAUM, Bolzano, via Volta 1/B |

Teatro dei Borgia

 

Medea per strada

Medea per strada” non è un semplice spettacolo, ma una vera e propria esperienza. 7 spettatori alla volta salgono su un furgone e percorrono un itinerario alla scoperta della vita di una donna, una giovane migrante, scappata dal proprio paese e arrivata in Italia con la speranza di un futuro migliore. Alle spalle chissà quanti sogni e, spesso, l’amore di un uomo, che, invece di proteggerla e ricambiarla, l’ha buttata in strada a prostituirsi. L’ambientazione è una delle vie della prostituzione: ogni città ne ha una. Il pubblico la percorre con lei a bordo di un furgone. Medea, madre, straniera, racconta il suo viaggio, la sua vita, la sua storia d’amore che inizia in un albergo albanese per finire sulla strada di una qualsiasi città italiana.

Il Teatro dei Borgia è una compagnia gestita da Gianpiero Borgia ed Elena Cotugno, che si avvale del lavoro di attori e attrici provenienti da diversi paesi europei e formatisi nel solco della tradizione teatrale russa. Negli ultimi anni ha prodotto spettacoli ispirati ai classici del teatro, ma con un’attitudine alla novità e al contemporaneo, nella ricerca di nuove forme drammaturgiche e registiche che coinvolgano pubblico giovane o interessato alla novità teatrale. Dalla “Medea” di Euripide è nato il progetto “Medea per strada”, di carattere sociale, che affronta l’attualissimo tema dello “straniero” e in particolare quello dello sfruttamento della prostituzione, la schiavitù e la tratta di esseri umani.

di Elena Cotugno & Fabrizio Sinisi

con Elena Cotugno

scene Filippo Sarcinelli

luci Pasquale Doronzo

ideazione e regia Gianpiero Borgia

produzione Teatro dei Borgia

Medea per strada

Venerdì

16.03.2018 20:30

T.RAUM

prenotazione obbligatoria

Principio Attivo Teatro

Canti per la vita quotidiana. A cosa serve la poesia

Uno spettacolo che interroga la nostra vita quotidiana, la nostra forza nell’essere presenti al presente. Due voci, due attori poeti rispondono a una domanda: “A cosa serve la poesia?”. Cercano una poesia che serva la vita di ogni giorno, per sanare le ferite e aprire lo sguardo. Il teatro che abbraccia la poesia come ponte verso le emozioni e le visioni del presente. A cosa serve? Arte, poesia, teatro, come antidoti allo svuotamento dell’esperienza, come segno, traccia e cammino, verso un respiro altro e alto.

Principio Attivo Teatro nasce a Lecce nel 2007 da un gruppo di attori di diversa formazione e provenienza. Ogni spettacolo della compagnia ha una storia a sé, sia come concezione che come stile, ma tra gli elementi che ne contraddistingue la poetica sicuramente si riconosce la scelta di lavorare su testi orginali. Giuseppe Semeraro, attore, poeta, regista teatrale, tra i fondatori della compagnia Principio Attivo Teatro, è impegnato sia come attore sia come regista ottenendo il premio Eolo Awards. Gianluigi Gherzi, scrittore, attore e regista teatrale, vincitore dei premi teatrali “Scenario” e “ETI Stregagatto”, ha firmato testi e regie per alcuni dei più importanti gruppi di teatro di ricerca italiani. Ha più volte portato l’esperienza del teatro e della scrittura all’interno di carceri, centri rifugiati, centri sociali, scuole e comunità.

di e con Gianluigi Gherzi e Giuseppe Semeraro

Venerdì

20.04.2018 20:30

T.RAUM

prenotazione obbligatoria

Vasco Mirandola, Martina Pittarello, Gabriele Grotto

 

Radio Pinocchio

Riduzione radiofonica delle Avventure di Pinocchio di Carlo Collodi. Un’inedita e divertente versione della celebre fiaba ambientata in uno studio telefonico, che mette insieme il piacere dell’ascolto con il gioco creativo della finzione scenica. I suoni, i rumori, le voci dei vari personaggi aiutano lo spettatore a entrare in prima persona nelle avventure del celebre burattino, la storia diventa vera, si può quasi toccare con mano. Uno spettacolo per chi ha “naso”! Per adulti accompagnati da bambini.

Vasco Mirandola e Martina Pittarello iniziano a collaborare nel 2009 elaborando progetti legati alla lettura per adulti e ragazzi in luoghi convenzionali e non. Dal loro incontro è nato un particolare approccio a testi teatrali, poetici o letterari che privilegia una messa in scena sobria, giocosa e raffinata, che si avvale spesso del contributo di musicisti dal vivo. Gabriele Grotto, musicista e filemaker di Malo (VI), si è dedicato alla musica etnica e latina e, negli ultimi anni, al jazz contemporaneo e alla sperimentazione.

con Vasco Mirandola, Martina Pittarello, Gabriele Grotto

da un’idea di Vasco Mirandola

Radio Pinocchio

Ottavaedizione

Il teatro e la danza nel contemporaneo

Bolzano

Teatro Comunale di Gries & T.RAUM

dal 16.12.2017 al 20.4.2018

prenotazioni info@teatrolaribalta.it

0471 394943 (Lu-Ve 9-13)

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: