altrifestival — 10/07/2019 16:25

Amour dei Dynamis al Pergine Festival. Un progetto di teatro partecipativo

Share

RUMOR(S)CENA – AMOUR – DYNAMIS – PERGINE FESTIVAl – (Trento) – Debutta giovedì 11 luglio alle 20.45 al Teatro Don Bosco per il  Pergine Festival, Amour, il progetto del collettivo romano Dynamis con la partecipazione in scena di 15 attori amatoriali del territorio. Che cosa accomuna professionisti, amatori, operatori, critici, pubblico? Secondo il collettivo romano Dynamis, di base al Teatro Vascello di Roma, indubbiamente l’amore per l’arte teatrale. Da questo presupposto nasce Amour, uno spettacolo partecipativo creato da Dynamis e seconda tappa del progetto triennale ABC, nato dalla stretta collaborazione tra il collettivo di artisti e il Festival di Pergine, con l’obiettivo di indagare trasversalmente il mondo del teatro contemporaneo. Con il fine di interrogare e interrogarsi sul rapporto tra teatro e pubblico, incentivando connessioni tra tutte le persone in relazione attorno al mondo dell’arte scenica.
I 15 attori amatoriali del territorio sono stati coinvolti in un laboratorio a tappe organizzati tra maggio e luglio con incontri guidati da Giovanna Vicari, Francesco Turbanti e Andrea De Magistris di Dynamis. Il regista Andrea De Magistris: «Abbiamo fatto un laboratorio in tre tappe per avvicinare i partecipanti al nostro linguaggio e al nostro metodo, per lasciare che entrassero gradualmente nelle atmosfere del lavoro e nelle tematiche. Partendo dalle loro biografie e dalle loro storie personali abbiamo sviluppato la drammaturgia, che risulta così strettamente legata al contesto che incontriamo e alle persone che di volta in volta saranno in scena».

 

Amour , prove foto di Giulia Lenzi

Lo spettacolo diventerà – dopo la sua prima messa in scena – ogni volta diverso, una sintesi del panorama umano che si presenterà e della quale i Dynamis sono maestri, ma le tematiche attraversate rimangono sempre le stesse: la condizione dell’attore, la sua fragilità, le difficoltà e allo stesso tempo le possibilità che nascono dall’esposizione scenica, siano dell’attore professionista o di quello amatoriale. Sulla scena si vedranno Silvia Avi, Gianni Ducati, Elena Adami, Barbara Deanesi, Donatella Di Giorgio, Stefano Libardi, Roberto Morandini, Valentina Parisi, Morena Galler, Giorgia Sartori, Paulo Vasconcelos, Sara Valcanover, Claudia Lodi, Monica Pedron e Saverio Sculli.

 

Amour Prove Giulia Lenzi

Sempre giovedì 12 luglio, in Piazza Fruet prosegue la sfida di poesie realizzata in collaborazione con Trento Poetry Slam: tre minuti di tempo per salire sul palco con una poesia letta e interpretata ad alta voce. A valutare testi e performance una giuria di cinque persone selezionate a caso fra il pubblico della piazza. Il vincitore accederà alle finali provinciali del Trento Poetry Slam, in cui ci si giocherà un posto per le finali nazionali del campionato organizzato dalla Lega Italiana Poetry Slam. Le performance dei poeti si alterneranno alla buona musica: in piazza Fruet (o in Sala Maier in caso di pioggia) a partire dalle 21.15. Fino a sabato 13 luglio, continua la passeggiata con teste di fungo, By Mushrooms, la performance in urbana firmata dall’artista Yao Liao.

Share
Tags: