altrifestival — 01/03/2019 09:53

“Se dicessimo la verità” in scena al Piccolo Teatro Melato di Milano Un’altra Storia. Festival dell’impegno civile.

Share

RUMOR(S)CENA – SE DICESSIMO LA VERITÀ – PICCOLO TEATRO MELATO – MILANO – Va in scena fino al 3 marzo al Piccolo Teatro Melato di Milano lo spettacolo “Se dicessimo la verità” di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano nell’ambito di Un’altra Storia. Festival dell’impegno civile: incontri, dibattiti, proiezioni dedicati al rapporto tra cultura e impegno civile, per parlare di legalità e del contributo che tutta la società può dare nella lotta contro le mafie. Nato come opera-dibattito sulla legalità con il titolo Dieci storie proprio così ha debuttato nella stagione 2011 al Teatro di San Carlo di Napoli. Nel 2017 in coproduzione con il Piccolo Teatro, si è arricchito di un’ulteriore evoluzione narrativa in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano  Corso di Sociologia della Criminalità organizzata di Nando dalla Chiesa, con il quale il Piccolo, attraverso l’‘Osservatorio sul presente’,  svolge da anni un intenso lavoro di studio e riflessione sui temi della legalità.

 


Dopo otto anni e tante storie raccontate, la forma scenica  si è evoluta grazie ad una narrazione segnata dal bisogno di capire il nostro prossimo futuro, minacciato da un disimpegno che lascia ancora più spazio al potere criminale, alla “ prassi” della corruzione come modus vivendi. Ecco perché un diverso assetto scenico ed un nuovo titolo Se dicessimo la verità perché la verità è molto più insidiosa e scomoda di quanto siamo disposti a confessarci. «Purtroppo, non possiamo più parlare solo di “infiltrazioni del crimine” – spiegano le autrici – ma di “complicità con il crimine”, di “prassi criminale” a cui ci stiamo abituando, con distratta colpevolezza. Il teatro non dà lezioni di vita e non ci offre soluzioni a buon mercato, offre stimoli e opportunità di conoscere e di riflettere, questo noi cerchiamo di fare, con convinzione, pensando soprattutto ai ragazzi. E proprio ai ragazzi ci rivolgiamo con un lavoro che, parallelamente realizziamo nelle scuole di tutta Italia perché lo spettacolo non sia solo un’occasione isolata ma parte  di un percorso di avvicinamento a temi fondamentali per la loro crescita».
«Credo che l’impegno civile abbia bisogno di un festival – spiega Giulia Minoli  perché sono convinta che avere un luogo dove incontrarsi e trovare un momento per riunire cittadinanza, istituzioni, associazioni e rappresentanti del mondo della cultura per parlare delle mafie e per confrontarsi sui temi della legalità, rappresenti il primo passo per combattere la malavita e diffondere buone pratiche».

 

Sabato 2 marzo ore 20.30 – Piccolo Teatro Studio Melato al termine dello spettacolo Se dicessimo la verità

Da Vittoria a Milano: il viaggio del pomodorino incontro con il giornalista Paolo Borrometi
Riservato agli spettatori dello spettacolo.

 

 

Piccolo Teatro Studio Melato
dal 27 febbraio al 3 marzo 2019
Se dicessimo la verità
da un’idea di Giulia Minoli
drammaturgia di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano
regia Emanuela Giordano
musiche originali Tommaso Di Giulio
aiuto regia Tania Ciletti
con Maria Chiara Augenti, Daria D’Aloia, Vincenzo D’Amato, Valentina Minzoni, Alessio Vassallo
e con Tommaso Di Giulio (chitarre) e Paolo Volpini (batteria)

Se dicessimo la verità è parte integrante del progetto “Il Palcoscenico della legalità”
assistenti al progetto Giulia Agostini, Noemi Caputo, Tania Ciletti, Mattia Maestri, Ilaria Meli
una produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
il progetto è promosso da The Co2-Crisis Opportunity Onlus, Università degli studi di Milano- CROSS-Osservatorio sulla Criminalità Organizzata, Fondazione Pol.i.s., Fondazione Falcone, Centro Studi Paolo Borsellino, Fondazione Silvia Ruotolo, Italiachecambia.org, Da Sud
In collaborazione con Università degli studi di Torino- Larco (Laboratorio di Analisi e Ricerca sulla Criminalità Organizzata) e Universita’ di Bologna – Master Gestione e Riutilizzo di Beni e Aziende confiscati alle mafie
con il sostegno di ASSOLOMBARDA Confindustria Milano Monza e Brianza, Fondazione Cariplo, Banca Intesa, Fondazione con il sud

Età consigliata dai 12 anni per una buona comprensione dei temi affrontati

 

Il programma

venerdì 1 marzo 2019, h 19.30
Teatro Puntozero Beccaria
c/o I.P.M “Cesare Beccaria”, Via dei Calchi Taeggi 20, 20152 Milano
Al posto mio
concerto del rapper napoletano Lucariello con gli artisti dell’IPM Beccaria, in collaborazione con Associazione Puntozero e SuoniSonori 232

sabato 2 marzo 2019
ore 11.30 – Chiostro Nina Vinchi
Incontro
La mafia si è globalizzata. E l’antimafia?
con Nando dalla Chiesa, Alessandra Dolci e Monica Forte
modera Gianni Barbacetto
a seguire aperitivo offerto da The CO2 Crisis Opportunity Onlus, in collaborazione con Piccolo Café Restaurant, con i prodotti di Libera Terra, Cotti in Fragranza e Goel Bio

ore 12 – Chiostro Nina Vinchi, Piccolo Café Restaurant
Pranzo realizzato da The CO2 Crisis Opportunity Onlus, in collaborazione con Piccolo Café Restaurant, con i prodotti di Libera Terra, Cotti in Fragranza e Goel Bio

ore 16.30 – Piccolo Teatro Studio Melato
Faccia a faccia Giovanni Minoli – Nicola Gratteri 
incontro con il giornalista Giovanni Minoli e il Procuratore della Repubblica a Catanzaro Nicola Gratteri

 

 

Poalo Borrometi

ore 20.30 – Piccolo Teatro Studio Melato al termine dello spettacolo Se dicessimo la verità

Da Vittoria a Milano: il viaggio del pomodorino incontro con il giornalista Paolo Borrometi Riservato agli spettatori dello spettacolo.

 

 

 

 

La libertà di scrivere per la verità e la giustizia è “la libertà di ognuno di noi”. “Un morto ogni tanto” di Paolo Borrometi

 

 

domenica 3 marzo 2019
ore 11.30 – Piccolo Teatro Studio Melato
proiezione in anteprima del documentario
Follow the paintings
di Francesca Sironi, Alberto Gottardo e Paolo Fantauzzi

ore 11-15 – Chiostro Nina Vinchi, Piccolo Café Restaurant
Brunch realizzato da The CO2 Crisis Opportunity Onlus, in collaborazione con Piccolo Café Restaurant, con i prodotti di Libera Terra, Cotti in Fragranza e Goel Bio

 

Share
Tags: