Festival(s) — 30/07/2014 12:53

“Al verde” dei “Terreni Creativi” si coltiva l’arte e il teatro

Share

terreni creativi

ALBENGA – Un Festival che si svolge nei “Terreni Creativi” non può che essere “Al verde”? La risposta non sta nella spiegazione botanica o naturalistica bensì nello sforzo e nell’impegno di chi lo organizza, nonostante debba fare i conti con “.. la difficile condizione economica della manifestazione” . Al verde diventa così il titolo e le piantine che escono dalle tasche vuote sono l’immagine della quinta edizione festival organizzato dalla Compagnia Kronoteatro diretta da Maurizio Sguotti. Dal 4 al 6 agosto tre giorni di conversazioni, teatro, danza e concerti.

Ad Albenga in provincia di Savona si tiene un festival dai tratti freschi e originali, nato da un’idea di Kronoteatro, che lo ha battezzato Terreni Creativi, prendendo a prestito gli spazi delle aziende agricole trasformando le serre per la coltivazione in luoghi di spettacolo dove le atmosfere, la varietà e le proposte artistiche diventano la formula vincente per unire le eccellenze economiche del territorio a degli eventi culturali. “Al verde”è realizzata grazie al contributo di Fondazione A. De Mari, Regione Liguria, Comune di Albenga, Camera di Commercio di Savona, Aeffe Floricoltura, Terra Alta s.r.l, R.B. Plant, Sommariva Srl, C.I.A. Provincia di Savona e con il patrocinio di Provincia di Savona. Saranno nell’ordine Azienda TerraAlta (Regione Filuse 5), CeRSAA – Centro regionale di sperimentazione ed assistenza agricola (Regione Rollo 98), R.B. Plant (Regione Maglio 3).

Il programma

Lunedì’ 4 Agosto
Terra Alta, Regione Filuse 5, Albenga

Ore 19,30 Avanspettacolo
Gli Omini
La lunga asta del Santo 1
un mercante in fiera sulle vite dei santi
con Luca Zacchini e Nicolò Belliti

Lo sapevate che Sant’Antonio da Padova era di Lisbona? E che Santa Barbara è il nomignolo degli esplosivi perché suo babbo morì fulminato subito dopo averla decapitata? Sapete a chi chiedere  aiuto in caso di geloni? E chi è il patrono dei rosticcieri? E sapete il perché? E che spesso i perché sono fuori dalla grazia di Dio? L’Asta del Santo non è solo un gioco. Eppure non si può nemmeno dire sia uno spettacolo teatrale. Di certo c’è un mazzo di carte. E le vite dei Santi. Un uomo solo di fronte alla folla. Un uomo che renderà Natale ogni giorno dell’anno. Che per la gente ha selezionato cinquantadue Santi tra i quattromila esistenti per narrarne vita, gesta, miracoli e poi farne un gioco da tavola, o da bettola, o da teatro.

 

Ore 20,30 Aperitivo quasi cena
Con Ma NU Dj

 

 

Primi Passi sulla Luna

Primi Passi sulla Luna Andrea Cosentino

Ore 22,00 Teatro
Andrea Cosentino
Primi passi sulla luna
Divagazioni provvisorie per uno spettacolo postumo

Indicazioni di regia Andrea Virgilio Franceschi
Collaborazione artistica Valentina Giacchetti; disegno luci Dario Aggioli
Produzione: Pierfrancesco Pisani in collaborazione con Kilowatt Festival, Litta Produzioni, Teatro Forsennato.

Il lavoro di Andrea Cosentino inquadra immagini del futuro ormai passate, prendendo spunto dal quarantennale del primo allunaggio, passando per il centenario del manifesto futurista, il cinquantenario della creazione della prima Barbie e i dieci anni dalla morte di Stanley Kubrick. Lo sbarco sulla luna dà il la a una schiera di improbabili personaggi per discettare di sosia viterbesi di Armstrong e torri gemelle, monoliti, alieni e spiritualità, scimmie, tapiri e licantropi.

Ore 23,00 Musica
Fabio Giachino trio

Formazione guidata dal pianista torinese Fabio Giachino, giovane talento del jazz ormai noto nel panorama musicale italiano e insignito di grandi riconoscimenti di critica e premi italiani di livello internazionale (tra cui il Massimo Urbani, nel 2011).

Germinazioni
Nell’arco delle tre serate frammenti di danza e movimento del Laboratorio creativo danza 2014 a cura di Nicoletta Bernardini

 

Martedì 5 Agosto
CeRSAA Centro Regionale Sperimentazione e Assistenza Agricola Regione Rollo 98, Albenga

Ore 19,30 Avanspettacolo
Gli Omini
La lunga asta del Santo 1
un mercante in fiera sulle vite dei santi
con Luca Zacchini e Nicolò Belliti
Ore 20,30 Aperitivo quasi cena
Con Ma NU Dj

 

Sembra ma non soffro Quotidiana.com

Sembra ma non soffro Quotidiana.com

Ore 22,00 Teatro
Quotidiana.com

Sembra ma non soffro
di e con Roberto Scappin, Paola Vannoni
produzione_quotidiana.com, Kilowatt festival Sansepolcro, Provincia di Rimini

L’estraneità e l’attesa di Sembra ma non soffro non rappresentano antidoti al dolore, sono semmai una degenerazione della sofferenza, tanto che nulla sembrerebbe legare le due figure in scena al tema che le ha scaturite, nulla tranne essi stessi, posti su due inginocchiatoi ma con niente di cui pentirsi né qualcuno a cui rivolgere una preghiera. Come figure incasellate nella striscia di un fumetto, aspirano a un altrove e si dibattono come sbavature di un disegno nel recinto angusto della vignetta.

Ore 23,00 Musica
Zip Coed
Hugo e Giulietta Passera

Zip Coed  nasce dall’incontro di due anime, due musicisti uniti da una passione intensa per i moderni suoni della musica elettronica. Questa ricerca li ha spinti naturalmente in un crossover di generi musicali. Le parti vocali sono emozionanti, la musica è  potente.

Germinazioni

Mercoledi 6 agosto

RB Plant, Regione Maglio 3, Albenga

Ore 19,00 Conversazioni
Oliviero Ponte di Pino
Comico & Politico
Beppe Grillo e la crisi della democrazia
Raffaello Cortina Editore

 

Ore 20,00 Avanspettacolo
Gli Omini
La lunga asta del Santo 1
un mercante in fiera sulle vite dei santi
con Luca Zacchini e Nicolò Belliti

Ore 20,45 Aperitivo quasi cena
Con Ma NU Dj

 

 

 

Leo Bassi (foto di repertorio)

Leo Bassi (foto di repertorio)

 

 

Ore 22,00 Teatro
Leo Bassi

The best of

Conosciuto in tutto il mondo per le sue performance provocatorie e per i suoi spettacoli teatrali stravaganti, Leo Bassi è un comico e un artista che discende da una lunga serie di circensi italiani, francesi e inglesi. Per oltre 130 anni la Famiglia Bassi si è esibita senza interruzioni e con riconoscimenti generali da parte di una platea mondiale. Con “The best of” il grande buffone, l’erede di una stirpe di pagliacci che ha fatto della risata un’arma pacifica per il cambiamento, recupererà i momenti più divertenti di tutti i suoi spettacoli.

Ore 23,30 Musica
Andy Smith Dj set

Dj e creatore dei beat dei Portishead, ma non solo, Andy Smith è indubbiamente uno dei padri fondatori del trip hop, genere che ha caratterizzato le sonorità di Bristol e di tutti gli Anni ’90, portando alla luce nomi come Massive Attack o Tricky.

Germinazioni

Dal 3 al 6 agosto, nell’ambito di Terreni Creativi Festival 2014, Nicoletta Bernardini danzatrice e coreografa terrà un Laboratorio aperto a chiunque, di ogni età, abbia un interesse per la danza e il movimento. I partecipanti, se vorranno, saranno coinvolti nelle performance di Germinazioni all’interno del Festival nelle serate del 4-5-6 agosto .
Per informazioni e iscrizioni: info@kronoteatro.it cell. 380.3895473
Terraferma

Leggere un territorio, la sua storia e i suoi abitanti utilizzando i linguaggi che la creazione contemporanea è in grado di offrire. Un invito a guardare con occhi nuovi ciò che è già noto e a raccontare i luoghi attraverso le memorie e gli elementi fondanti di una comunità. Kronoteatro ha voluto dedicare alle arti visive un vero e proprio percorso espositivo in dialogo con gli allestimenti e i luoghi di Terreni Creativi 2014. Terraferma ha origine da un progetto più ampio, dal significativo nome Gardening, un vero e proprio archivio ideato dal Suite-Case per esplorare quel territorio mentale e fisico che nasce dalla vicinanza linguistica delle due parole archetipe coltura e cultura. Come un nuovo ramo di un arbusto che affonda le sue radici in questi ricchi materiali Terraferma indaga, attraverso il lavoro di Nuvola Ravera e Francesco Cardarelli (Suite-Case), due giovani artisti che vivono e lavorano in Liguria, il rapporto tra arte, natura, memoria e territorio.
Posti limitati. Prenotazioni al numero 380.3895473  info@kronoteatro.it

www.terrenicreativi.it

Share