Festival(s) — 26/09/2013 22:32

Il Teatro delle Ariette quando inizia il Festival d’autunno porta il pubblico “A teatro nelle case”

Share

Lo sanno fare il teatro, capaci di portare il pubblico A teatro nelle case quando inizia il Festival d’autunno (dal 27 settembre al 6 ottobre) , quando il clima si fa mite e viene il desiderio di stare in luoghi più riparati, senza per questo rinunciare al piacere di stare insieme. Ci ha pensato come ogni anno il Teatro delle Ariette che non sono altro che il trio affiatato e creativo Paola Berselli, Maurizio Ferraresi, Stefano Pasquini. Sono loro a dire che «C’è un’isola in mezzo al mare. Ci siamo dati appuntamento là. In mezzo, tra noi e l’isola, il viaggio. L’incontro con l’ignoto, le scoperte, le paure, le gioie e i dolori, i lutti, le scelte giuste e sbagliate che facciamo in viaggio, sono soltanto il prezzo da pagare in cambio dell’illusione di tornare dove siamo già stati, dove siamo nati, nello stesso posto, la stessa luce, la stessa ora. L’illusione di tornare dove non si può tornare. Noi crediamo alle favole. Non faremmo teatro se non credessimo alle favole. Le favole le ascoltano i bambini, si raccontano apposta per loro. Quando vado a teatro io sono un bambino, mi lascio andare, mi torna la gioia di quell’età, la gioia di una storia, il dono più grande».

E per creare tutto questo il Teatro delle Ariette ha chiamato il Teatro delle Albe con Odiséa”e “Incantati”, con la possibilità di incontrare il regista, drammaturgo e direttore artistico Marco Martinelli.

Stefano Vercelli presenta invece in prima assoluta “La cosa che preme”. Catherine Zambon con un un testo sugli allevatori francesi,“Les Agricoles”, che debutterà all’inizio del 2014. Si tratta di una lettura in italiano. Le mostre fotografiche e i film di Stefano Massari,“Mercuzio a Bazzano” e“Cercando Itaca”. La Cooperativa Olinda di Milano con la quale il Teatro delle Ariette ha già realizzato “Un’ Odissea in Comasina, esperimento di teatro per una comunità”, e i “padroni di casa” con“CARPI, (7-17 febbraio 2013) diario della vita quotidiana”, scritto nel febbraio del 2013 nove mesi dopo il terremoto.

Programma

venerdì 27 settembre ore 21 Casa degli inglesi (Castello di Serravalle)

sabato 28 settembre ore 18 Casa Zamboni-Rinaldi (Monteveglio)

domenica 29 settembre ore 18 Studio Gigi Osti (Bazzano)

Stefano Vercelli/Artisti Drama

 La cosa che preme

 di e con Stefano Vercelli

 liberamente ispirato alle novelle di Luigi Pirandello

sabato 28 settembre ore 21 Deposito Attrezzi – Teatro delle Ariette

 Teatro delle Albe

Odisèa

lettura selvatica

di Tonino Guerra, traduzione Giuseppe Bellosi

con Roberto Magnani

cura Marco Martinelli

tecnico suono e luci Luca Fagioli

produzione Ravenna Teatro

domenica 29 settembre

 Mercuzio a Bazzano 19 MAGGIO 2013

Documenti

 Il 19 maggio 2013, per il progetto Passaggio a Sud Ovest il Teatro delle Ariette e Cantharide, in collaborazione con Carta Bianca e Teatrino Giullare, hanno ospitato nella piazza di Bazzano l’evento teatrale collettivo della Compagnia della Fortezza di Volterra Mercuzio non vuole morire diretto da Armando Punzo.

 ore 19,30 Libreria Carta Bianca (Bazzano)

inaugurazione della mostra fotografica “Mercuzio a Bazzano”. Foto di Roberto Cerè, Carlo Onofri, Giovanni Battista Parente, Carlo Pelloni, Andrea Zamboni

ore 21 Piazza Garibaldi (Bazzano)

proiezione di “Mercuzio a Bazzano”

film di Stefano Massari

 martedì 1 ottobre ore 2 Rocca dei Bentivoglio (Bazzano)

mercoledì 2 ottobre ore 21Municipio di Monteveglio(Monteveglio)

 Teatro delle Ariette

CARPI, 7-17 febbraio 2013

diario della vita quotidiana

di Paola Berselli e Stefano Pasquini

con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi, Stefano Pasquini

Nell’inverno 2008-2009 abbiamo cominciato a scrivere diari della vita quotidiana.

Da quei diari è nato lo spettacolo “Matrimonio d’inverno” sulla nostra vita alle Ariette.

Nel 2012 Emilia Romagna Teatro ha chiesto di contribuire al progetto “Scena solidale”, (teatro e danza per i comuni terremotati) nel comune di Carpi.

Per una settimana tutti i giorni siamo andati a Carpi. La sera, a casa, abbiamo scritto il diario di questa esperienza. Ci siamo accorti che, dopo 9 mesi, il terremoto c’era ancora.

giovedì 3 ottobre ore 21 Podere Barbarotto (Monteveglio)

venerdì 4 ottobre ore 21 Fondo Vittoria Castello di Serravalle)

 Catherine Zambon

Les Agricoles

lettura in italiano

di e con Catherine Zambon

e l’amichevole partecipazione di Serge Peyrat

 Questo testo è nato da una residenza di scrittura in diverse aziende agricole dello Lozère, del Lubéron e del Beaujolais, in Francia.

Lo spettacolo “Les Agricoles” sarà messo in scena da Catherine Zambon e debutterà il 15 marzo 2014 a Gandrieu in Lozère .

sabato 5 ottobre ore 18 Libreria Carta Bianca (Bazzano)

Incontro con Catherine Zambon

 sabato 5 ottobre ore 21 Deposito Attrezzi – Teatro delle Ariette

 Teatro delle Albe

Incantati

Parabola dei fratelli calciatori

di Marco Martinelli

lettura selvatica di Alessandro Argnani, Luigi Dadina, Michela Marangoni e Laura Radaelli

suono Luca Fagioli

domenica 6 ottobre ore 11 Deposito Attrezzi – Teatro delle Ariette

Teatro delle Ariette -Olinda

Un’Odiessea in Comasina

esperimento di teatro per una comunità

con il Teatro delle Ariette e il collettivo Olinda

Realizzato in collaborazione con amministratori, cuochi, ragazzi, rifugiati stranieri, operatori psichiatrici e pazienti all’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, nel quartiere La Comasina, facendo scontrare l’opera di Omero con la realtà quotidiana. Teatro come gesto di una comunità. Quinta e ultima puntata dell’Odissea presentata a Milano, “Lunga notte d’amore”, e il film di Stefano Massari “Cercando Itaca”.

Al termine a tutti gli spettatori verrà offerta la paella di Stefano, cuoco di Olinda.

 Olinda è un progetto collettivo nato nel 1994 con l’obiettivo di superare l’Ospedale Psichiatrico Paolo Pini di Milano.

 domenica 6 ottobre ore 15,30 Deposito Attrezzi – Teatro delle Ariette

 Il Teatro delle Albe : un teatro in viaggio

Incontro con Marco Martinelli, drammaturgo e regista del Teatro delle Albe

 Marco Martinelli dirige da ormai 30 anni il Teatro delle Albe, una delle più importanti formazioni del teatro contemporaneo italiano.

 Gli incontri con Catherine Zambon e Marco Martinelli la proiezione di “Mercuzio a Bazzano” e la mostra fotografica sono a ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

Prenotazione telefonica obbligatoria 051 6704373

info@teatrodelleariette.it

www.teatrodelleariette.it

Ti potrebbe interessare anche...

Share