Festival(s) — 25/06/2019 09:06

Il Festival Inequilibrio 2019 di Castiglioncello a Castello Pasquini, in mare e in viaggio

Share

RUMOR(S)CENA – FESTIVAL INEQUILIBRIO – CASTIGLIONCELLO – Livorno – La 22 esima edizione del Festival Inequilibrio di Castiglioncello si inaugura martedì 25 giugno e si svolgerà fino al 7 luglio, proponendo in 12 giorni opere di teatro, danza, musica e arte performativa. Uno sguardo sul contemporaneo scandagliando le radici di una scena che esce dalla convenzione e invita il pubblico a vedere e soprattutto a immaginare. Una scena alla ricerca perenne del nuovo, in realtà basterebbe fermarsi e osservare quello che c’è e che c’è stato. La vera sovversione non è oggi ribaltare e trasformare il presente o il passato, ma guardare ad essi per capire come andare avanti. Per questo Inequilibrio dedicherà uno spazio alle firme storiche della danza italiana: Raffaella Giordano, Abbondanza Bertoni, MK, Enzo Cosimi, e a Vera Mantero, prestigiosa firma dell’arte performativa portoghese. Grazie al progetto Crossing the sea, sostenuto dal MIBAC (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) e realizzato da sette partner italiani per promuovere gli artisti italiani in Asia e in Medio Oriente, dedicherà un focus alla danza contemporanea coreana e indiana, con le compagnie Goblin Party e DanDans Art group e i danzatori indiani Arathi A.R., Niharl Pash e Veher Nishad con la coreografia dell’ italiano Davide Valrosso. Il programma prevede anche la presenza di Luna Cenere, Alessandra Cristiani, Collettivo Cinetico, Marco D’Agostin, Silvia Gribaudi, Salvo Lombardo, Compagnia Panzetti Ticcone, Cristina Kristal Rizzo.

Elena Guerrini @Paolo Ciriello

 

Per la sezione teatro, Inequilibrio rende omaggio alla poesia di Giuliano Scabia con la messa in scena popolare di Commedia della fine del mondo tratto dall’ultimo libro del poeta Il lato oscuro di Nane Oca. Anche la poesia di Marcello Sambati sarà protagonista in un lavoro itinerante nelle stanze di Castello Pasquini. Babilonia Teatro debutta sulla spiaggia del Cardellino, con la prima nazionale di Padre Nostro. Industria Indipendente e AnnaMaria Ajmone con ATTIKA composto da tre site specific con unico tema conduttore. Elena Guerrini presenta Archeologia del coraggio: un’opera acquatica per spettatori e attrice in acqua. L’inedita coppia Antonella Questa e Luca Scarlini sono i protagonisti della conferenza spettacolo La cena delle beffe da Sem Benelli, Roberto Abbiati con la supervisione registica di Claudio Morganti presenta il primo studio de Il Processo di Kafka. Roberto Latini con IN EXITU di Giovanni Testori coproduzione Fortebraccio Teatro compagnia Lombardi Tiezzi. Milena Costanzo dirigerà Savino Paparella, Francesco Pennacchia e Rossana Gay nella prima nazionale de I Miserabili (un’ ironica atroce poesia) da Victor Hugo.

 

Sylphidarium Collettivo Cinetico ©Laila Pozzo

Un’altra inedita coppia in Bella bestia (prima nazionale) di e con Francesca Sarteanesi(Gli Omini) e Luisa Bosi (Murmuris Teatro). Gemma H Carbone/Riccardo Festa in prima nazionale di TU ovvero chi è questa stronza? da Ennio Flaiano. Oscar de Summa con Soul, Le viedelFool presenteranno YORICK Reloaded – Un Amleto dal sottosuolo, Elena De Carolis debutta con la prima nazionale di Medea ed Eugenio Mastrandrea/Riccardo Ricobello.

Prima nazionale de La contessa fra i sessi di Aldo Palazzeschi. Valerio Sirna/Elisa Pol con la trilogia dei I giardini di Kensington. Valentina Bischi protagonista della prima nazionale de Il cartografo. Vicoquartomazzini con La guerra dei mondi (live set) e Vieni su Marte. La compagnia Ventriglia/Garbuggino con I Sovversivi (titolo provvisorio). Il teatro dei Borgia con lo spettacolo su un furgone itinerante Medea per strada e i Proxima res con Spin. Non manca la musica con i concerti jazz di Guido di Leone. Gli spettacoli e gli incontri si svolgono a Castello Pasquini e al teatro Solvay di Rosignano Marittimo, sulla spiaggia del Cardellino nella Pineta di Castiglioncello, e a bordo di un furgone da Castiglioncello a Vada e ritorno e in mare.

Nerval Teatro foto di Antonio Ficai

 

www.armunia.eu

Share
Tags: