Festival(s) — 20/07/2013 20:44

Il genius loci a Lari dove va in scena Collinarea il festival di Scenica Frammenti e Pontedera Teatro

Share

Lari sulle colline ospita la quindicesima edizione di Collinarea, il festival ideato da Scenica Frammenti e Fondazione Pontedera Teatro diretto da Loris Seghizzi, da Roberto Bacci, Luca Dini, con il contributo artistico di Massimo Paganelli. Dal 19 al 28 luglio ospita un programma che comprende teatro, danza, musica, oltre a 15 compagnie selezionate da un bando realizzato appositamente per gruppi che operano nel settore del teatro contemporaneo. Il Festival porta il sottotitolo genius loci per sottolineare la forte identità del borgo di Lari, un luogo fuori dal tempo ancora intatto.

Il festival si apre con io concerto di Vinicio Capossela per la prima tappa del tour a Crespina, alla Tenuta di Torre a Cenaia, per presentare il suo ultimo disco “Banda della posta. Musica per sposalizi”, un repertorio umile, di mazurke, polke, valzer, ecc. Il Teatro Minimo di Andria presenta il Guaritore, in anteprima nazionale, testo di Michele Santeramo vincitore della 51esima edizione del Premio Riccione, con la regia di Leo Muscato, spettacolo sulla storia di un guaritore, prodotto da Teatro Minimo e Fondazione Pontedera Teatro, da Riccione Teatro, Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria (Teatro di Lari, 20-21/07); la compagnia Carullo Minasi con Conferenza tragicheffimera sui concetti ingannevoli dell’arte, spettacolo Vincitore del Premio E45 Napoli Fringe Festival 2013, una performance – conferenza tragicomica intorno ai temi dell’uomo  (Castello di Lari, 20/07);

Carullo Minasi  Conferenza tragicheffimera 

La Quiete Teatro con la Roba Finta, testi di Pietro Piva e regia Marta Sappa, (piazza Vittorio Emanuele – Lari, 21/07); Debora Mattiello con lo studio di Κρíσις (Crisis) (Castello di Lari, 22/07); LeViedelfool con il monologo Macaron di Simone Perinelli che riprende il progetto di Trilogia dell’essere iniziato con Requiem for Pinocchio (piazza Vittorio Emanuele – Lari, 22/07); Teatro dei Venti con InCertiCorpi, (Castello di Lari, 21/07) e lo studio di Tremori, (Castello di Lari, 22/07); Andrea Kaemmerle di Guascone Teatro; Insalata con dita, (Ponsacco, Camugliano 23/07); Françoise Bougault con Sinfonia per Irma, La vera storia di X (Salone del Castello di Lari, 24/07); Berardi – Casolari con la regia di César Brie presentano In fondo agli occhi, spettacolo che affronta la difficile tematica della cecità come filtro speciale per analizzare il contemporaneo (Castello di Lari, 24/07); Pierpaolo Capovilla accompagnato da Kole Laca al pianoforte in un reading in tre atti (piazza Vittorio Emanuele – Lari, 24/07);

 Berardi – Casolari  regia di César Brie In fondo agli occhi, 

 Carrozzeria Orfeo con il primo studio su Thanks for Vaselina, compagnia che ha ottenuto il Premio Siae alla Creatività 2013 assegnato dalle mani di Franca Valeri, una storia di esseri umani sconfitti, abbattuti, abbandonati in un angolo del mondo.Prodotto da Carrozzeria Orfeo e Fondazione Pontedera Teatro,(piazza Vittorio Emanuele – Lari, 24/07); Kanterstrasse con Muro vita di NOF4, di Francesco Niccolini, Laura Montanari e Fabio Galati, con la regia e la drammaturgia di Ciro Masella, (Teatro di Lari, 25/07); la compagnia Ragli con L’italia s’è desta un piccolo [falso] mistero italiano, (Salone del Castello di Lari, 25/07); We Were Monkey con lo studio Falling apart di Beatrice Vollaro (Castello di Lari, 26/07), Fortebraccio Teatro di e con Roberto Latini con Noosfera Museum di e con Roberto Latini (Castello di Lari, 26/07); Sabino Civilleri – Emanuela Lo Sicco, con frammento da Tandem, testo di Elena Stancanelli, con Manuela Lo Sicco e Veronica Lucchesi, (piazza Vittorio Emanuele – Lari, 27/07); il Teatrino Giullare uno spettacolo rivelazione, vincitore del Premio Nazionale della Critica e Premio Speciale Ubu, (Teatro di Lari, 27/07); Il Teatro delle Bambole presenta Kafka nel regno dei cieli, (Castello di Lari, 27/07).

Fortebraccio Teatro Roberto Latini, Noosfera Museum  Roberto Latini

Kanterstrasse  Muro vita di NOF4, regia di Ciro Masella 

Due prime nazionali di Scenica Frammenti, regia di Loris Seghizzi, il Sogno di un Marinaio, da Il Marinaio di Fernando Pessoa, (Teatro di Lari, 20/07) e 13 6 81, una matrioska di storie (Teatro di Lari, 26/07).

Loris Seghizzi

Il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, il Focused Research Team in Art as Vehicle diretto da Thomas Richards con The Living Room (Salone del Castello, 25-26/07) e L’open program condotto da Mario Biagini con Dedica in Azione, (Castello di Lari, 20/07).

I workshop di Collinarea: Andre Cramarossa indaga su nuovo metodo di approccio all’arte drammatica; Kirtan Romagnoli propone due percorsi di pedagogia musicale per bambini e adulti; Valentina Gallo di Ammonia Danza Corrosiva ripercorre un viaggio creativo attraverso la danza contemporanea; Il Teatro dell’oppresso mostra un percorso collettivo attraverso un sistema di giochi estetici, di tecniche di immagini che si conclude con un forum finale.

Il 20 e 27/07 Percorsi d’incanto, il trekking teatrale con Giovanni Balzaretti, un modo originale e suggestivo per rivivere il territorio, unendo all’immersione nella natura un viaggio attraverso i “paesaggi emotivi” suggeriti dalla proposta teatrale. Alla fine della passeggiata, il ristoro agreste e lo spettacolo del Teatro agricolo Pellegrino. Pellegrina di e con Giovanni Balzaretti rappresentano il coronamento e l’amplificazione della conoscenza dei luoghi.

Il programma completo è pubblicato su www.collinarea.it

Share