Festival(s) — 17/03/2015 21:30

RGB Light Festival 2015 a Roma

Share

ROMA – Il 2015 è stato dichiarato dall’UNESCO “Anno Internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla luce” e nella capitale si festeggerà l’evento con un festival in cui la luce sarà protagonista assoluta: l’RGB Light Fest. L’evento, totalmente gratuito, si svolgerà il 27 e 28 marzo 2015 dalle ore 19 alle 2 di notte tra i quartieri Pigneto, Marranella e Tor Pignattara. Nello specifico si partirà da via del Pigneto (nei pressi del ponticello che sovrasta la ferrovia), si attraverserà via della Marranella e si giungerà in Viale dell’Acquedotto Alessandrino-Parco Sangalli, per un percorso complessivo di circa 4 Km.
Gli obiettivi che si prefissa il festival sono diversi. Innanzitutto lavorare su zone della capitale considerate spesso come periferiche o degradate per rivalutarle, coinvolgendo i residenti e le attività commerciali del posto e invitando gli spettatori a recarsi in luoghi dove di solito mancano manifestazioni con intenti culturali. Poi utilizzare la luce in modo creativo. Infatti, si è abituati a pensare la luce come una fonte d’illuminazione, di calore o di energia. Il festival supera l’uso esclusivamente analogico della luce per adottarne uno metaforico e cognitivo: la luce non solo illumina ma costruisce significati. L’intento è dunque quello di dar vita a una grande e intensa festa urbana dove artisti, residenti e spettatori si troveranno assieme per condividere la gioia di riscoprire i luoghi attraverso l’arte.

Light bulb_rgb_Orizzontale Comunicazione White

Le opere site specific che orienteranno questo inedito tour, afferenti a due tipologie (opere luminose e videomapping), saranno realizzate da artisti italiani e internazionali: Artisti§Innocenti, Gruppo Giacenza, Giulivo Piacentino, Dielab, Daniele Davino e Daniele Spanò, Studio Aira, Miriam Abutori, Pasquale Mari (Teatro Stabile di Torino), Magombra, Gina Balla, Margine Operativo e Manuel De Carli, Simone Palma, Marco Amedani, Laurent Fort, Matteo Boscarato, Mastrangelo&Papageorgiou, La mia paura è bianca, Q2Visual, Andrea Leghissa, Leonardo Zaccone, Accademia di Belle Arti di Roma, Bauder/Bevilacqua, Gabriela Prochakza, Luca Ercoli, Lupercales BNC, Simone Palma, Stalker, Open Lab Company e dagli studenti dei corsi “Istituzioni di Regia Digitale” e “Video Mapping-Elaborazione Immagine Digitale” della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza Roma curati dal professor Luca Ruzza.

lupercales, stratificazione-707185

Diverse anche le attività complementari, come il laboratorio gratuito di progettazione illuminotecnica che si svolgerà nei giorni precedenti al Festival, coordinato dal gruppo collettivo spagnolo “Lupercales”, e che si concluderà con la realizzazione dell’ultima installazione sull’acquedotto Alessandrino di Parco Sangalli.
Il festival è organizzato dal gruppo Luci Ombre con la direzione artistica di Diego Labonia e Raffaella Vitiello, con il patrocinio di UNESCO, Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo Dipartimento Cultura, Zètema e con la collaborazione di Sapienza Università di Roma, Accademia di belle arti di Roma e Teatro Stabile di Torino.
È possibile sostenere il festival, gli artisti e gli organizzatori partecipando alla campagna di crowdfunding, donando anche una piccola cifra fino al 26 marzo. Tutte le informazioni per il crowdfunding e per le attività del festival sono disponibili sul sito internet www.rgblightfest.com e sulla pagina facebook RGB Light Fest.

RGB-Outdoor-Light-Festival_3-500x330

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: