Festival(s) — 11/04/2016 20:49

Il Queer Festival al Teatro Ringhiera di Milano

Share

atir

MILANO – Da Giovedì 14 aprile fino a domenica 17 aprile al  Teatro Ringhiera va in scena  il Queer Festival con  direzione artistica di Serena Sinigaglia. Quattro giorni di spettacoli, incontri, cortometraggi, laboratori intorno al tema queer. Il 14 aprile il Festival  si inaugura alle ore 14.30 un progetto europeo di ricerca: Attività di interazione e attivazione de La Piana, a cura di Human Cities/Challenging the City Scale. Un progetto europeo che esplora il modo in cui gli abitanti si riappropriano della città contemporanea, attivando buone pratiche progettuali nello spazio urbano pubblico e coinvolgerà i rappresentanti dei partner di progetto e tutte le realtà che operano intorno alla piazza ed al quartiere (realtà formali ed informali e gli abitanti della zona). Segue Cinemalteatro – Spettacolari film teatralizzati in 20 minuti: The Rocky Horror Picture Show Redux– testo e regia di Loris Fabiani, in programma da  giovedì a domenica. Un nuova formula per i fan del Rocky Horror. Un monologo recitato “a distanza zero”, per un pubblico partecipe, che voglia interagire per completare la storia, in certi casi che sia anche pronto a interpretarne i personaggi. Fa’ afafine . Mi chiamo Alex e sono un dinosauro : testo e regia  di Giuliano Scarpinato, spettacolo vincitore del Premio Scenario Infanzia 2014 e del Premio Infogiovani del Fringe/L’altro Festival 2015 produzione del Teatro Biondo  di Palermo. La storia di un adolescente alla scoperta di sé e della sua identità. La motivazione della Giuria Premio Scenario  lo definisce come “Un tema arduo, individuato con coraggio e accuratezza di indagine e portato in scena da attori dotati di ironia e leggerezza”.

Fa’ afafine . Mi chiamo Alex e sono un dinosauro

Fa’ afafine . Mi chiamo Alex e sono un dinosauro

La Compagnia  Le Brugole con lo spettacolo Diario di una donna diversamente etero tratto da un’omonima rubrica on-line, che sta spopolando sul web e racconta le vicende tragicomiche -più comiche che tragiche- di donne che a amano le donne; ma anche di donne che amano gli uomini. Gabriele Scotti, prodotto dalla Rossofilm, sarà il protagonista dello spettacolo Palloncini – Poteva essere scemo. Una tragicommedia che riflette sulla diversità, dedicato a chi pensa che se ne parli fin troppo. Il Kollettivo Drag King del Teatro Ringhiera, nato nel 2011 con l’obiettivo di indagare, esprimere e mettere in scena il proprio “lato maschile”, presenta King non muore e si rivede per la regia di Marcela SerliSandra Zoccolan, volto storico della compagnia ATIR è in scena con lo spettacolo “Per una donna” di Letizia Russo, regia di Manuel Renga con la  supervisione registica  di Serena Sinigaglia.  La storia di un desiderio inaspettato che investe la vita di una quarantenne dalla vita normale, troppo normale. La Compagnia Teatrale  Atopos presenta Teoria del Gender, questo sconosciuto  [singolare maschile], drammaturgia e regia di Marcela Serli. Il punto di vista Atopos sulla fantomatica teoria gender.

 

 

 

 Palloncini - Poteva essere scemo

Palloncini – Poteva essere scemo

 

 

 

 

drag-king

Drag-King – King non muore e si rivede

 

 

Le Brugole

Le Brugole Diario di una donna

 

Il Festival Mix Milano propone tre cortometraggi: Luigi e Vincenzo,  regia di Giuseppe Bucci con Francesco Paolantoni e Patrizio Rispo. Xouy di Storm Sigal Battesti e Leo Grélet ; Drag King, Il sogno di Julia  di Claudio del Signore, musiche di Teho Teardo. Carlo Gabardini presenta il  libro Fossi in te io insisterei, edizione Mondadori. Sabato 16 aprile dalle ore 23.00 Dj Set a cura di Roberto Bertolini, vincitore della quarta edizione del programma Pechino Express.  A cura del Collettivo Ambrosia Tabù  Queer  Il gioco degli stereotipi.

prenotazioni@atirteatroringhiera.it
Aperta dal giovedì al sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.00
Nei giorni del Festival dalle ore 17.00 alle ore 22.00

www.atirteatroringhiera.it

Ti potrebbe interessare anche...

Share
Tags: