Festival(s) — 01/08/2017 20:30

La 31 esima edizione del Todi Festival e la novità 2017 del Todi OFF

Share

TODI  (Perugia) – Va in scena dal 26 agosto al 3 settembre 2017 la 31esima edizione del Todi Festival fondato nel 1987 da Silvano Spada. “Innovazione, contaminazione, formazione” sono i presupposti che si pone la direzione artistica di Eugenio Guarducci e l’organizzazione curata dell’Agenzia Sedicieventi. «Con grande convinzione ci siamo messi al lavoro, questa volta con più tempo a disposizione, per comporre una proposta artistica e culturale che punti ad offrire qualità e innovazione, consolidando, allo stesso tempo, il rapporto con la città di Todi. Impegno che parte da lontano, da chi mi ha preceduto e che voglio ringraziare: Silvano Spada. Il Todi Festival, con questa edizione – spiega Eugenio Guarducci – vuole dare una accelerazione su tre direzioni: la prima riguarda un’attenta riflessione sul teatro contemporaneo e di ricerca attraverso la creazione di una sezione alla quale abbiamo dato il nome di Todi OFF. La seconda punta a un maggior coinvolgimento dei protagonisti della produzione culturale umbra capace di interagire armonicamente con le presenze nazionali e internazionali. Il terzo impegno riguarda il dialogo, sempre più ritmico, con il tessuto socio culturale della città e del suo territorio circostante, attraverso un approfondimento dell’uso di spazi alternativi, e con un connubio con la cultura materiale che la nostra terra sa esprimere attraverso le proprie produzioni agroalimentari».

 

Immagine di Marco Tirelli e Robin Heidi Kennedy

 

Il programma del Festival al Teatro Comunale

Sabato 26 agosto, (teatro Comunale ore 21), va in scena Grisélidis, memorie di una prostituta, di Coraly Zahonero, regia di Juan Diego Puerta Lopez con Serra Yilmaz. Al sax Stefano Cocco Cantini. Produzione del Todi Festival, I Due della Città del Sole e Golden Show. Domenica 27 (ore 21): Del folle Amore, Suoni e Parole per Fratello Jacopone, interpretato da Eugenio Allegri. Al pianoforte, Ramberto Ciammarughi. Produzione Todi Festival e Umbria Music Pool. Insulti al pubblico di Peter Handke, per la regia di Chiara Caselli interprete insieme a Lydia Giordano. (lunedì 28 agosto, ore 21)

 

Serra Yilmaz

 

Nguŷen Lê, chitarrista di origine vietnamita, la cantante e suonatrice di koto giapponese, Mieko Miyazaki e il suonatore indiano di tablas, Edouard Prabhu, sono i protagonisti di Saiyuki: un suggestivo Viaggio a Occidente – quello del Re delle Scimmie, eroe fantastico e iconoclasta della mitologia asiatica (martedì 29 agosto alle 21). Per la prima volta in Italia. Mercoledì 30 agosto, ore 21, Jacopo Ortis ,regia di Matteo Tarasco. Interprete è Brenno Placido, In scena temi immortali quali onore, amore, patria, dovere, responsabilità e memoria. Le Ultime Lettere di Jacopo Ortis diventano la prima esaustiva rappresentazione teatrale da duecento anni a questa parte. Giovedì 31 agosto Radiogiallo, audiodramma firmato da Carlo Lucarelli. La regia è di Sergio Ferrentino produzione  della Fonderia Mercury.

 

Edouard Prabhu, Nguŷen Lê, Mieko Miyazaki,

Un ritratto di Eleonora Duse tra le musiche della sua epoca: La Musica dell’Anima di Maria Letizia Compatangelo, protagonista Pamela Villoresi, accompagnata al pianoforte da Marco Scolastra in un recital prodotto da La Gazza Ladra. Venerdì 1 settembre, ore 21.   Sabato 2 settembre, Lavoro è Vita, regia di Giampiero Frondini e la Compagnia teatrale Elisa di Rivombrosa. Il progetto nasce dalla collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down. In scena il lavoro, quello desiderato e quello reale: c’è chi sogna di diventare un pilota di Formula 1, chi una grande attrice come Anna Magnani.

 

Piazza del Popolo

Sabato 2 settembre, ore 21.30, Vittorio Sgarbi narratore di Michelangelo Buonarroti: un racconto del celebre critico d’arte che ricomporrà un periodo emblematico, imprescindibile e unico nell’arte italiana. Musiche dal vivo di Valentino Corvino, video ed elaborazioni visive di Tommaso Arosio. Concerto di chiusura  di Roberto Vecchioni in La Vita che si ama Tour, accompagnato dalla band storica composta da Lucio Fabbri (pianoforte e violino), Massimo Germini (chitarra acustica), Marco Mangelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria).

 

 

Trattato di Economia

Teatro Nido dell’Aquila | Todi OFF

Il Teatro Nido dell’Aquila ospiterà Todi OFF, a cura di Teatro di Sacco. Una rassegna inedita di teatro contemporaneo, un vero e proprio spin off di Todi Festival, orientata alla formazione di pubblico e artisti per un loro avvicinamento al teatro di ricerca. Diretto da Roberto Biselli, in collaborazione con Stefania Minciullo, con il supporto organizzativo di Biancamaria Cola, si articola in otto giornate dedicate al teatro contemporaneo, con 7 spettacoli proposti e commentati da 5 critici teatrali, 1 osservatorio critico di formazione degli spettatori, 1 convegno sulle buone pratiche in materia di formazione, 4 masterclass per drammaturghi e artisti e la gestione di un blog.

 

Nessuno può lasciare baby in un angolo

Gli spettacoli sono in programma dal 27 agosto  al 3 settembre  ore 19 (ad eccezione del 30 agosto, giornata in cui si terrà il convegno sulle buone pratiche). Esilio a cura di Piccola Compagnia Dammacco, lunedì 28 agosto, con O della Nostalgia di e con Matteo Angius e Riccardo Festa. Martedì 29 agosto Dino di e con Bernardo Casertano, giovedì 31 agosto Riserva Canini presenterà Talita Kum. Venerdì 1 settembre Erinni o del Rimorso, spettacolo a cura di Ortika Teatro, sabato 2 Nessuno può tenere Baby in un angolo di e con Simone Amendola e Valerio Malorni. Domenica 3 settembre, Trattato di Economia di e con Roberto Castello e Andrea Cosentino.

 

 

Erinni o del Rimorso

Around Todi

A cena con l’Inquisitore è la nuova produzione di Castello di Petroro. La residenza teatrale, che ha sede nel castello tuderte va in scena con un debutto abbinato alla visita della struttura medievale e la cena con il pubblico. La regia è di Carlo Fineschi, produzione della Compagnia Accademia Nazionale delle Arti. Domenica 27 agosto, ore 19.

Mercoledì 30 agosto, alle 21, all’ex Granaio di Montenero, debutta Una casa di donne.. Dacia Maraini ha scritto questo testo dal ritmo inarrestabile nel 1977 e su di esso interviene nuovamente quest’anno affidandone l’interpretazione a Ottavia Orticello. Produzione Todi Festival.

 

Dino

Giovedì 31 agosto, ore 19, all’Arena Palazzo Francisci, va in scena L’eterna primavera della speranza. La Residenza Riabilitativa di Palazzo Francisci è la prima struttura pubblica italiana dedicata al trattamento intensivo dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). In occasione del Festival le pazienti diventeranno protagoniste di un coinvolgente spettacolo da loro pensato e costruito. Il testo è tratto dal racconto omonimo di Stephen King, per la regia di Costanza Pannacci.

Medea su… è la storia di una giovane migrante fuggita dal proprio Paese, arrivata in Italia e finita a prostituirsi per amore di un uomo da cui si crede ricambiata. Scritta e interpretata da Elena Cotugno , regia di Giampiero Borgia. Produzione Teatro dei Borgia.  Venerdì 1 e sabato 2 settembre, alle 20.30 e alle 22.30.

Sabato 2 settembre alle 17.30, nella Sala del Consiglio, Maledetta la Neve, Interviste a Mariti Assassini. Le interviste, condotte in carcere dalla giornalista e scrittrice Vanna Ugolini e Libertas Margot, messe in scena dalla Compagnia Degli Gnomi Un anteprima Todi Festival, regia di Chiara Meloni interprete con Massimo Capuano .

 

Talita Kum

Il programma completo è pubblicato su

www.todifestival.it

 

Ti potrebbe interessare anche...

Share