Autore: simona frigerio

Grotowski

Grotowski oggi: riflessioni a confronto

PONTEDERA  (Pisa) – Dal 12 al 14 dicembre la domanda è stata: “Chi è Grotowski?” Se lo domandassimo al cosiddetto uomo della strada ma anche allo studente universitario probabilmente la risposta sarebbe: “Grotowski chi?”. Uno tra i maggiori riformatori del teatro contemporaneo – insieme a Carmelo Bene, Antonin Artaud e Julian Beck, secondo Goffredo Fofi, presente al convegno – è ormai […]

Read more ›
L’Era di Ginsberg: poesia in musica

L’Era di Ginsberg: poesia in musica

PONTEDERA (Pisa) – Quando, il 7 ottobre 1955, Allen Ginsberg urlava, alla Six Gallery di San Francisco, il suo Howl, per primo rivendicava quella che Fernanda Pivano definisce “l’importanza del suono della lingua scritta”, sottolineando altresì la dipendenza del respiro dallo stato emotivo e viceversa. Una poesia, la sua, che nasceva quindi per essere modulata ad alta voce, dove il […]

Read more ›
Un Pinter inedito

Un Pinter inedito

PISA – Teatri di Confine volge al termine e, al Sant’Andrea di Pisa, il premio Nico Garrone 2014, Dario Marconcini, presenta Silenzio di Harold Pinter.  Rappresentare Pinter è sempre una sfida.
Il teatro che è in sé azione si sgretola di fronte ai vuoti, ai silenzi, ai non detti dei drammaturghi del Secondo Novecento. E in questo testo breve (lo spettacolo […]

Read more ›
Sono “SACCHI” di risate

Sono “SACCHI” di risate

BUTI (Pisa) – Continua la rassegna autunnale Teatri di Confine, che propone al Francesco di Bartolo di Buti Piccoli Suicidi in Ottava Rima degli estrosi, originali, intelligenti e autoironici Sacchi di Sabbia. Fin dai tempi classici – e qui ci immaginiamo che Giovanni Guerrieri & Co. si mettano una mano sulla fronte e, spaventati, comincino ad asciugarsi il sudore – la […]

Read more ›
Le Troiane e la Venere degli stracci

Le Troiane e la Venere degli stracci

PISA – All’interno della rassegna Teatri di Confine, arriva al Sant’Andrea di Pisa la tragedia euripidea, insieme potente denuncia contro la guerra e accorato compianto. Un testo a suo modo rivoluzionario nella Grecia classica perché Euripide non solamente dà voce ai vinti – e, in particolare, alle donne – come già aveva fatto Eschilo nei Persiani, bensì in quanto (seppure […]

Read more ›
Danio Manfredini: il mestiere dell’attore

Danio Manfredini: il mestiere dell’attore

BUTI (Pisa) – Danio Manfredini rientra nel novero dei registi/interpreti – quali l’indimenticabile Carmelo Bene – che dominano la scena e costruiscono ogni spettacolo su di una matrice inconfondibile. In questo caso, partendo da una riflessione personale sul mestiere dell’attore, Danio cuce una serie di pezzi brevi, quali il racconto che Nina fa a Konstantin della sua vita grama e […]

Read more ›
Il montaggio delle attrazioni

Il montaggio delle attrazioni

PISTOIA – A Pistoia, in piazza del Duomo, è andato in scena Obludárium, lo spettacolo dei Fratelli Forman che affascina gli adulti, diverte i bambini e sarebbe piaciuto perfino a Ėjzenštejn. Direttamente da Praga, il Forman Brothers’ Theatre monta le tende in piazza del Duomo, a Pistoia, per regalare cinque giorni di magia fin de siècle a un pubblico incuriosito […]

Read more ›
Mamadou Dioume: “Il teatro è il rituale profano che accomuna l’intera umanità”

Mamadou Dioume: “Il teatro è il rituale profano che accomuna l’intera umanità”

Estroverso, torrenziale, pieno di energia e di una vitalità contagiose, Mamadou Dioume – il celeberrimo Bhima, figlio del vento nel Mahābhārata di Peter Brook – è in questi giorni in Italia per una master class dedicata a L’Uccellino Azzurro di Maurice Maeterlinck, nell’ambito del progetto didattico promosso dal Centro di Creazione Internazionale Policardia Teatro. Per intervistarlo ci accomodiamo nell’ampio salone […]

Read more ›
Bruce Myers e Mamadou Dioume, insieme in Versilia

Bruce Myers e Mamadou Dioume, insieme in Versilia

VIAREGGIO – Si inaugura il secondo triennio del progetto didattico promosso dal Centro di Creazione Internazionale Policardia Teatro. Non una semplice scuola, bensì una serie di appuntamenti per la crescita individuale e collettiva di artisti provenienti anche dal resto d’Europa perché, come spiega il direttore, Andrea E. Moretti: “Il teatro è una porta. Non è essenziale ciò che c’è aldilà […]

Read more ›