Festival(s) — 26/05/2018 19:35

Storie di “Donne Centrate” al Family Festival di LucidoSottile

Share

CAGLIARI – Focus sulle “Donne Centrate” con il Family Festival 2018 firmato LucidoSottile: da sabato 26 maggio fino a domenica 3 giugno a Cagliari incontri, performances e spettacoli per la quarta edizione della kermesse che racconta la società attraverso il nodo fondamentale delle relazioni affettive – oltre gli stereotipi. Inaugurazione nel segno della decima musa – sabato 26 maggio alle 18 – con le “Cinestesie” di Maurizio Temporin in mostra all’ExArt: affiches per films immaginari, in un gioco di specchi tra pietre miliari della storia del cinema e gli sguardi d’autore di registi come Stanley Kubrick e Woody Allen con curiosi e inediti cortocircuiti estetici e semantici. 

L’eclettica Xena Zupanic (attrice e performer, modella per Helmut Newton, al cinema ha collaborato con Gabriele Salvatores, Marco Ferreri, Martin Scorsese) – protagonista sabato 26 maggio alle 22 all’ExArt con “BeatriX” – una performance originale ispirata all’incontro fulminante con Carmelo Bene, per un omaggio in chiave onirica e poetica a una delle figure emblematiche del teatro italiano del Novecento. “Dissacrantemente Lucide… Lucidissime” di e con Tiziana Troja e Michela Sale Musio, ironica e coinvolgente “autobiografia” delle fondatrici di LucidoSottile, in scena giovedì 31 maggio alle 19.30 e alle 21.30 all’ExMà di Cagliari – in occasione della rassegna TeatrExmà in collaborazione con il Teatro dallarmadio.Suzanne”, creazione di Andrea Lanza, liberamente tratta da “Suzanna Andler” di Marguerite Duras, con Elena De Carolis, sull’inquietudine e i dilemmi di una donna sola, in una rete di tradimenti e bugie (venerdì 1 giugno alle 21 all’ExArt) – mette a nudo l’ipocrisia della società.

Una tragedia contemporanea, la dolorosa vicenda di Irina, le cui figlie, rapite dal marito, scompaiono nel nulla mentre l’uomo, suicida, porta con sé il suo segreto, rivive in “Mi sa che fuori è primavera” di Concita De Gregorio, venerdì 1 giugno, alle 22.30 all’ExArt , nell’interpretazione di Gaia Saitta, per la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Alle 23.30 a “The Cube” del danzatore e coreografo Theo Piu: un “contenitore emozionale” sui mutamenti del cuore. Laura Formenti con “Per puro caos” – sabato 2 giugno alle 22 al Jazzino: uno spettacolo comico e dissacrante scritto con Giuseppe Della Misericordia, che si interroga sulla “normalità” della famiglia, sull’irresistibile coazione a ripetere e la tendenza a esprimere opinioni su qualsiasi argomento. “Confetti e Karaoke”, commedia scritta e diretta da Monica Nappo e interpretata da Roberta Lydia De Stefano e Alberto Paradossi – domenica 3 giugno alle 21 all’ExArt – tra dichiarazioni d’amore, tentativi di matrimonio e qualche tradimento.

Xena Zupanic

In collaborazione con Teatro dallarmadio, GiULiA Giornaliste, ARC, Queeresima, Mai Più Sole e Tdm2000, l’apporto della Greatprints di Giorgio Pisu, i “10 minuti con l’artista” a cura del giornalista Vito Biolchini e de Le Lucide, l’incontro con Arsenio Siani, autore di “Quello che le donne non dicono” (venerdì 1 giugno alle 18.30 all’ExArt); “Andrò, Gin e… cocktail per esseri umani liberi”, la conferenza esperienziale con Franca Errani, docente storica di riferimento in Italia del Voice Dialogue-Dialogo delle Voci e creatrice del BMD-BodyMindDialogue (domenica 3 giugno alle 16 all’ExArt). “Donne Centrate” sabato 2 giugno alle 18.30 all’Exart: la giornalista Alessandra Addari (TCS – GiULiA Sardegna) incontra il collettivo di donne ucraine “Udruga Pariter”, impegnato sul fronte dei diritti umani (dalle 20, la Milonga con Valentina Orrù e Roberto Meloni); all’ExArt domenica 3 giugno alle 19 la conversazione tra la giornalista Roberta Celot (ANSA – GiULiA Sardegna) e la psicologa Carla Sale Musio – autrice del libro “SepAmarsi” – linee guida per una separazione consapevole.

Share
Tags: