• L’assurdo della vita durante un “aperitivo” che ci interroga

    L’assurdo della vita durante un “aperitivo” che ci interroga

    MONTECOSARO (Macerata) – Esiste un’Italia che merita di essere valorizzata, riscoperta, visitata, e quando un’istituzione, un’associazione culturale si prodiga per diffondere e promuovere con intenti condivisibili a tutti, è dovere di chi scrive darne testimonianza diretta, senza omettere a priori il contesto territoriale, le istituzioni demandate a incentivare risorse locali e finanziare artisti che vivono e lavorano (a fatica) in […]

  • Compagnia Inaudita, un neonato teatro d’arte

    Compagnia Inaudita, un neonato teatro d’arte

    BRUSIO (Svizzera) – Di questo pezzo di Svizzera restano impresse le montagne buttate addosso, dalle cime innevate e i rigagnoli a cascare inavvertitamente, selvaggi, da un costone di roccia, non arginati. Nelle gole, tra giganti che si fronteggiano, case ammucchiate strette come rifugi, abbracci reciproci protetti da madre terra. Restano impressi i profumi di marmellata casereccia, ad allietare conversazioni e […]

  • Brattaro mon amour di Paolo Cagnan, regia di Andrea Bernard, TSB

    Brattaro mon amour di Paolo Cagnan, regia di Andrea Bernard, TSB

    BOLZANO – Va in scena in prima nazionale dal 28  aprile (20.30) al 15 maggio 2016, al Teatro Studio (sala piccola del Teatro Comunale), lo spettacolo “Brattaro mon amour” scritto da Paolo Cagnan per la regia di Andrea Bernard. Si tratta dell’ultima produzione della stagione in scena al Teatro Stabile di Bolzano, con l’intento di narrare la storia e il […]

  • La negazione della vita e il potere in una superba regia di Riccardo III

    La negazione della vita e il potere in una superba regia di Riccardo III

    CRAIOVA (Romania) – Siamo di fronte a questa grande scena di legno e ferro a due piani con scale e scalette, porte e tappeti, tra cui si muovono con molta animazione uomini snelli eleganti, duchi di York o di Lancaster del 1400. E non capiamo subito come tra loro potrebbe insinuarsi Herzog Gloucester, il parente gobbo. Poi, come a sfidare […]

  • Retrospettiva “F/e.s.t.i.a.” fra carcere, reinserimento e inclusività

    Retrospettiva “F/e.s.t.i.a.” fra carcere, reinserimento e inclusività

    MILANO – Se il teatro è “visione”, dal verbo greco θεαομαι (=theàomai) ossia “vedo“, e se il teatro implica una co-azione fra vedente e visto all’interno di uno spazio predefinito, allora è bello pensare che il teatro sia anche possibilità di cambiare lo sguardo e scambiarsi i punti di vista. Credo sia questo, il principio sotteso a tutto quel teatro […]

  • La slow motion dei soggetti inconsapevoli

    La slow motion dei soggetti inconsapevoli

    FIRENZE –  La mostra personale di Alessia Messina, palermitana di origine e trapiantata a Firenze, visibile all’interno della biblioteca di Lastra a Signa dal 9 al 23 aprile, è dedicata ai Soggetti inconsapevoli. All’ingresso della mostra è collocata la fotografia “Riflessi a testa in giù”, una delle poche a colori, che coglie in un riflesso di acqua la facciata pastello […]

  • 7 Scene d’Europa, teatro, musica, danza

    7 Scene d’Europa, teatro, musica, danza

    LONDRA Shakespeare’s Globe Il Sogno secondo Emma Rice Alla sua prima regia come nuovo direttore del Globe, Emma Rice rivoluziona nel Midsummer Night’s Dream il gender dei personaggi certa che “a Shakespeare non interessava e per mescolare vecchio e nuovo”. Così, mentre l’altra coppia, quella di Lysander e Hermia, resta etero, Demetrio (Nicuti Gatwa) si innamora di Helenus (AnkurBahl); Puck […]

  • Le sorelle Macaluso-Emma Dante in  sinergie di storie

    Le sorelle Macaluso-Emma Dante in sinergie di storie

    CASCINA (Pisa) – Sette donne, sette sorelle per storie ad intreccio con sullo sfondo una realtà siciliana, una drammaturgia in stretto dialetto, dove storie di memorie incandescenti si incrociano rullano scompongono in deflagrazione fantasmagorica. Impressiona immediatamente la macchina teatrale: i tempi, i suoni, le luci, i costumi, in perfetta sintonia con la scrittura, insomma l’estrema sintesi  di un pensiero  condensato […]

  • Cinèpertutti di Aprile: The dressmaker; Il fiore del deserto

    Cinèpertutti di Aprile: The dressmaker; Il fiore del deserto

    Un western patinato Cosa può accadere se dopo 25 anni il passato ritorna a reclamare verità e vendetta? E soprattutto se si presenta indossando eleganti creazioni di sartoria ispirate alla moda degli anni Cinquanta di Dior, Madame Vionnet e Balenciaga? The dressmaker racconta la storia di Tilly, interpretata dall’eccezionale Kate Winslet dal perfetto accento australiano, un’affermata stilista che torna nel […]

  • Imre Thormann: il teatro della crudeltà prende forma

    Imre Thormann: il teatro della crudeltà prende forma

    GENOVA – La via negationis neoplatonica sembra essere l’unico processo, al momento, per spiegare la forma esperienziale che Imre Thormann ha portato in scena, durante il Festival Testimonianze ricerca azioni, ideato dal Teatro Akropolis di Genova. Impossibile da definire, si può solamente scrivere che non è danza, non è adesione a una forma prestabilita, non è sterile tecnica, non è […]